Il Pagellone di Terza categoria B (parte 1)

DSC_7536Cussignacco, 9: Chi l’avrebbe mai detto a tre quarti della stagione. Il Cussignacco si regala la promozione con un finale da velocista puro (8 vittorie e un pareggio nelle ultime 9 giornate). Un campionato comunque all’insegna della regolarità con 26 punti nel girone d’andata e 26 in quella di ritorno. E pensare che fino a quel momento si parlava solamente di playoff.

Atletico Grifone, 8.5: Mezzo voto in meno rispetto al Cussignacco, perchè ha il match ball per la promozione ma lo manca con il Libero Atletico Rizzi e l’Aquila. La sfortuna sembra accanirsi contro la formazione di Cornino, quando all’ultimo minuto della stagione il gol di Feole per il Cussignacco la condanna ai playoff e nella final four sempre all’ultimo minuto è costretta a ricorrere ai supplementari per avere ragione dei Grigioneri.

Colloredo, 8: Stagione contraddittoria per il Colloredo che al giro di boa sovrasta le avversarie, ma poi assiste al clamoroso divorzio tra mister Colussi e la società. Il nuovo tecnico Vuattolo riesce a rimettere insieme i cocci. A quattro giornate dalla fine sembra avere in tasca la promozione, poi il crollo psicologico (tre pareggi contro Ciconicco, Moimacco e Forum Julii) che la estromettono dai giochi. Nei playoff il Colloredo torna a fare il Colloredo e si sbarazza prima dello Stella Est e poi a traguardo raggiunto anche dell’Atletico Grifone. Ma che fatica!

Stella Est, 7.5: Senza i tre punti di penalizzazione sarebbe stata promozione e invece così non è stato nemmeno ai playoff. Una sorta di beffa per gli udinesi che non hanno mancato di mostrare buon gioco e ottime individualità (su tutti il brasiliano Lima), ma non è bastato. Fatali alcuni punti persi per strada (nel doppio scontro contro i Grigioneri e all’andata contro lo Forum Julii su tutti). Nei playoff mai in partita contro il Colloredo. Una giornata storta che rovina un’intera stagione.

Grigioneri, 6.5: Mezzo voto in più per il finale di stagione che regala alla squadra di Savorgnano il sogno dei playoff. Ma i programmi erano altri. Una squadra che doveva sbaragliare a detta degli addetti ai lavori tutti gli avversari e invece… contro Unione Smt e Ciconicco le giornate da dimenticare. Poi altisonanti vittorie contro Tavagnacco e lo stesso Cussignacco all’andata! Nei playoff tiene testa all’Atletico Grifone ma non basta. Sarà per il prossimo anno.

Aquila, 5.5: La sindrome da finale di stagione colpisce ancora una volta la formazione di Spilimbergo che in poche giornate butta via in un colpo solo campionato e playoff. Incredibile! Tre quarti di stagione da 8. Finale di stagione da 4. In 9 incontri solo 9 punti collezionati. Due anni fa i mosaicisti persero il campionato all’ultima giornata. Oggi la storia si ripete. E non per merito degli altri, ma demeriti propri.

Rizzi, 6: Voto basato sulla fiducia. Perchè il futuro è dei ragazzi dei Rizzi. La formazione più giovane del campionato non ha centrato i playoff che potevano essere alla sua portata, ma è riuscita comunque nell’impresa di agguantare la finale di Coppa Regione, risultato storico per il piccolo borgo di Udine. E se poi l’inesperienza farà spazio alla continuità allora ne vedremo delle belle nel prossimo campionato. (Davide Vicedomini)