Intitolato alla bandiera Škabar il nuovo centro sportivo di Monrupino

Oltre trecento persone hanno preso parte ieri alla cerimonia di intitolazione del rinnovato centro sportivo di Repen in memoria di Dario “Darko” Škabar, mitico capitano del Kras, uno dei migliori giocatori della storia del club biancorosso, scomparso nel gennaio del 2015 a 53 anni.

Dopo aver debuttato in Prima squadra a 16 anni nella lontana stagione agonistica 1975-1976, Škabar ha indossato la maglia del Kras per 20 campionati disputando 420 partite concludendo la sua attività di calciatore nel 2006. Nel suo curriculum agonistico anche Costalunga e Monfalcone.

Una volta appese le scarpette ai chiodi, “Darko” collaborò con il Kras per la nascita della sezione della scuola calcio del sodalizio biancorosso, contribuendo a portarla da sei bambini di allora sino ai circa 150 giovani di oggi. Alla cerimonia hanno preso parte anche la moglie e i due figli.

Commosso il presidente del Kras Repen Goran Kocman che ha ricordato la lealtà di Dario “Darko” Škabar tanto dentro che fuori dal campo. Hanno ricordato il compianto giocatore anche Marko Pisani (sindaco di Monrupino), Ivan Peterlin (presidente Zšdi), Domenico Nicodemo (delegato Figc) e don Anton Bedenčič, che ha benedetto il nuovo centro sportivo intitolato all’ex bandiera biancorossa.