La settimana del calcio dilettanti tra squalifiche, ricorsi e cambi in panca

Una settimana a dir poco convulsa quella conclusasi per il calcio dilettanti. Alla Cormonese si è avuto l’esonero di Manuel Mauro, al quale ha fatto seguito l’addio del direttore sportivo dei grigiorossi Roberto Peroni, per nulla convinto della scelta dirigenziale di allontanare il tecnico. Il fatto che alcuni giocatori come Musolin, Zucchiatti e Flocco siano stati messi fuori rosa ha poi ulteriormente tenuto alta la tensione a Cormons, e ora non resta che attendere la risposta dei superstiti sul campo.

Cambio della guardia anche nella Destra Tagliamento, con Loris Corba che paga la sconfitta numero tredici dell’Unione SMT in questo campionato. Il tecnico e il presidente Facca hanno infatti stabilito lo scioglimento consensuale del rapporto.

Ma la settimana è stata calda soprattutto sul piano del giudice sportivo. Claudio Schiavo, direttore sportivo del Torre, è stato condannato a due mesi di squalifica per espressioni irriguardose nei confronti dell’operato arbitrale rilasciate ad un organo di stampa regionale dopo il match tra Camino e Torre. Espressioni che tuttavia parevano ben lungi dal poter essere sufficienti per una squalifica. Lo stesso giudice sportivo ha infatti squalificato il dirigente pordenonese solo in quanto questi aveva chiesto il patteggiamento. In caso contrario sarebbe quasi sicuramente stato assolto.

Altra grana per il Giudice Sportivo è arrivata dal match tra Ol3 e Lumignacco, terminato sul campo con la vittoria dei faedesi per 2-1. Il successo degli orange non è però stato per il momento omologato in quanto il Lumignacco ha presentato ricorso lamentando l’espulsione del giocatore sbagliato da parte del direttore di gara. Secondo la versione dei rossoblù, infatti, sarebbe stato espulso il portiere Ceka al posto di Cucciardi, reale autore – secondo il Lumignacco – del fallo da ultimo uomo.

Se Ol3 – Lumignacco è finita sub judice, non è così per FiumeBanniaCamino di Promozione. La gara, terminata sul campo sul risultato di 1-1, dovrà essere ripetuta mercoledì 21 marzo alle 20:30 in quanto il Giudice Sportivo ha invalidato l’incontro d’ufficio. Il motivo? Il doppio giallo comminato a Omar Passalent non punito con il conseguente rosso. Morale della favola, gara da ripetere e squalifica di una giornata per Passalent.