Le pagelle delle pordenonesi in Promozione (Pt2)

Il FiumeBannia punta al riscatto nel girone di ritorno
Il FiumeBannia punta al riscatto nel girone di ritorno

FiumeBannia 5,5 – Oggettivamente viste le ambizioni dei neroverdi era lecito aspettarsi ben di più. Al termine del girone d’andata avrebbero conseguito una striminzita salvezza, e di certo non ci sarebbe di che far festa. La stagione di Vendrame non sarà stata fin qui esaltante, ma certo non ci si può aggrappare solo a lui.

Spal Cordovado 6 – Ogni anno i giallorossi partono tra mille scetticismi generali, ed invece anche quest’anno la banda Marzio sta facendo il suo. Nulla di trascendentale, per carità, ma pare aver capito che nel calcio moderno il pareggio serve a poco o nulla. Una squadra da tutto o niente, dunque, che di questo passo con un manipolo di bravi giovani potrebbe portarsi a casa un’altra sospirata salvezza.

Sesto Bagnarola 5 – Tanta fatica in questa prima parte del campionato per i blues. La voglia non è mai mancata, ma nel calcio ciò che conta è buttarla dentro, e da questo punto di vista i ragazzi di Azzalini proprio sembrano non sentirci. Solo 13 i gol fin qui messi a segno, meno di uno a partita, e il peggio è che quasi tutti portano la firma di Buonocore. Lunga vita a re Gustavo, dunque, altrimenti sono guai seri.

Gravis 5 – Dopo una sfilza di promozioni consecutive era impensabile che i sangiorgini arrivassero a fare la voce grossa anche in Promozione, oltretutto avendo cambiato poco o nulla. Piace la coesione della banda Cesco, che vive quest’avventura con lo spirito giusto, sperando però che il fatto di non riuscire a centrare una benedetta prima vittoria non li porti a deprimersi. Il loro modo guascone di affrontare il calcio li ha fatti amare a tutti e, ad ogni modo, occhio a sottovalutarli: chi ha fatto bottino pieno dallo loro parti ha sempre (o quasi) dovuto fare una gran faticaccia.