Louhenapessy torna all’Aurora, ma i big restano in dubbio

Eli Louhenapessy ai tempi del San Daniele
Eli Louhenapessy ai tempi del San Daniele

Paolo D’Odorico è il profeta di un’Aurora Remanzacco che con la calma di chi è navigato (e non ha dalla sua chissà quali munizioni economiche) si appresta ad affrontare il calciomercato. I grandi vecchi in bilico: l’attaccamento ai colori rossoblù è indubbio, ma lo è anche il logorio di carriere interminabili che si intersecano con gli impegni quotidiani di mariti e papà.

Ed ecco allora che i vari Nicolittis, De Nipoti, Masetti e pure Zuliani si ritrovano di fronte al solito bivio: continuare a prendersi gli applausi, per altro meritati, o smettere? E non è una differenza da poco, avere a disposizione oppure no elementi del genere.

E il tecnico? “Vedremo se Paolo resta; ha ricevuto delle richieste, è normale per uno del suo valore, ma noi contiamo che resti, e comunque, essendo un amico, rispetteremo il suo volere” spiega il ds dell’Aurora, Patrizio Mazzolini. Tra tanti dubbi, una certezza, e grossa per giunta: il ritorno nelle fila rossoblù di Eli Louhenapessy, centrocampista ex professionista; Eli s’è concesso un’incursione nel calcio a 5, ma adesso ha deciso che è meglio ritornare a calcare il rettangolo “grande”, quello sul quale era e resta in grado di illuminare, di fare la differenza grazie alla sapienza tecnica e al piede con il contagiri. L’Aurora con Eli: il resto maturerà.