Lumignacco e Gemonese impattano. Il Chions prende il largo

Pareggio a reti bianche nel big match di giornata di Eccellenza, con il Lumignacco che va a sbattere contro il muro eretto dalla Gemonese. Bella partita anche se le occasioni da gol non si sono sprecate. Bene i giallorossi in avvio, poi il Lumignacco ha preso le contromisure e ha cominciato a condurre il gioco, senza però arrivare più di tanto ad impensierire l’estremo giallorosso Tusini. Per l’undici di Zanuttig servirà affilare le lame in attacco in vista dei prossimi match, con un Della Bianca che pian piano sta rientrando in condizione. Pittilino paga le non perfette condizioni del duo Gregorutti-Nardi che la scorsa settimana si erano allenati a singhiozzo. In vetta alla classifica da solo ci sta il Chions che ha battuto per 2-0 nel derby l’Union Pasiano. A segno Baruzzini e Dimas in un match senza troppi scossoni in cui è emersa la superiorità tecnica dei giallocrociati sui rossoblù fanalino di coda.

Il Brian si fa bastare il gol di Edoardo Peressini per avere la meglio sull’Ol3 nello scontro tra matricole. Una gara decisa dagli episodi con un gol in mischia che risolve il tutto e Pentima che nel finale si fa ipnotizzare dall’altro Peressini, Daniele, sbagliando il rigore del possibile pari. A proposito di rigori, tre ne sono stati battuti anche tra Ronchi e Fontanafredda: la gara termina con il successo dei bisiachi per 3-2. Alla mezz’ora è il solito Bardini a portare in vantaggio i suoi con un colpo di testa da distanza ravvicinata. Poi Raffa atterra in area Osso Armellino e Salvador pareggia i conti dal dischetto, e ribalta il risultato sempre dagli undici metri trasformando il rigore concesso per l’atterramento di Presotto ad opera di Stradi. Nel finale, però, l’undici di Franti fa un nuovo ribaltone: prima pareggia i conti con un gran tiro di De Bianchi, poi si riporta in vantaggio con un calcio di rigore trasformato da Markic per atterramento dell’indemoniato De Bianchi.

I migliori in campo per Tremila Sport: Luca D’Agnolo (Kras), Christopher De Bianchi (Ronchi), Daniele Peressini (Brian).

Vince onorando nel migliore dei modi la memoria della bandiera Skabar, a cui è stato dedicato il nuovo centro sportivo, il Kras. Finisce 2-1 il match contro la Manzanese, ma buona parte del successo dei carsolini va ascritto alla giornata di grazia vissuta dall’estremo Luca D’Agnolo, risultato nuovamente determinante per i suoi. E pensare che erano stati proprio i seggiolai a portarsi per primi in vantaggio con Bergamasco, ben servito da Tacoli, e a sfiorare il raddoppio con Sokanovic che vede stamparsi sul palo la propria conclusione a rete. Nella ripresa il Kras alza i ritmi e trova il pari con Radujko, che trasforma il calcio di rigore procurato da Juren. Dieci minuti dopo è Menegon a infilare il proprio portiere deviando in rete un cross di Maio. Nel finale sale in cattedra l’estremo carsolino che per due volte nega a Sokanovic la gioia del gol. Vittoria esterna, invece, per il Cordenons, che ha saputo sfruttare nel migliore dei modi le incertezze difensive della Virtus Corno: nel 2:0 finale, a segno Scian su rigore e Zambon, entrambi nella ripresa.

Si sblocca in campionato il Torviscosa a cui è bastato un gol segnato a pochi minuti dal termine da Pavan per sbancare il campo del Lignano. Termina infine a reti bianche San Luigi – Tricesimo, con gli ospiti che così possono lasciare l’ultima posizione della graduatoria.