Monaco: “Grazie Gianni, sei un grande”

Gianni Tortolo, tecnico della Virtus Corno

Gianni Tortolo, tecnico della Virtus Corno
Gianni Tortolo, tecnico della Virtus Corno

“Sì, lo so: girano voci su di noi, sul nostro futuro. Che girino pure: quello che so è che la Virtus Corno ha 25-30 giocatori tesserati definitivi. Quindi, il suo futuro, quello immediato e prossimo, è tutelato”.

Willy Monaco, il ds dei virtussini, sta affrontando con serenità una stagione sicuramente impegnativa, l’ennesima che vede impegnata in Eccellenza la squadra di Corno di Rosazzo: “Continuo a dire che il calcio deve cambiare, che è già cambiato perché sono cambiate le condizioni della società. Su questo, prima o poi, tutti dovranno fare una riflessione e comprendere che non c’è più spazio per le invidie, per la concorrenza tra società che finisce per penalizzare l’intero movimento. Oggi ormai il solo Pordenone è in grado di primeggiare a livello di squadra seniores e di settore giovanile:  e parliamo di Pordenone, eh”.

Il pareggio col San Luigi, intanto, non ha modificato il bilancio della squadra allenata da Gianni Tortolo: “Gianni è un grandissimo lavoratore, un allenatore che non molla mai di un centimetro, dalla professionalità assoluta. E sa creare stimoli anche in condizioni complicate, anche in situazioni ‘povere’. Siamo, quindi, assai soddisfatti, pur se in questa stagione abbiamo avuto poca fortuna con i giocatori più significativi, spesso condizionati da infortuni. Ormai mancano 3-4 punti per mettere al sicuro la salvezza, è chiaro che dobbiamo provare a farli il prima possibile”.