Parlato: “Prova di temperamento”. Soncin: “Bisogna cambiare registro”

Carmine Parlato, allenatore della Sacilese

Stati d’animo diametralmente opposti nei due spogliatoi dopo il derby tra Sacilese e Pordenone. Soddisfatto il tecnico della formazione liventina, Carmine Parlato: “Non posso nascondere che ci sia un po’ di rammarico per non aver centrato la vittoria. Abbiamo giocato davvero bene ed è un peccato non essere riusciti a portare a casa i tre punti. E’ stata una prova di grande temperamento, e il fatto di affrontare una squadra che punta alla vittoria finale ci ha fatto tirar fuori qualcosa in più. Siamo scesi in campo con atteggiamento propositivo, ci è mancata solo un po’ di fortuna. Finalmente ho visto l’equilibrio che chiedevo alla squadra e che nelle ultime uscite non si riusciva ad ottenere. I gol sbagliati? E’ vero, abbiamo commesso qualche errore di troppo, ma è importante creare le occasioni. Poi riusciremo anche a metterle dentro.

Ben più amareggiato l’allenatore del Pordenone, Giovanni Soncin: “Ai punti, la Sacilese avrebbe meritato di vincere. Bisogna cambiare registro se si vuole continuare la rincorsa al primo posto. Siamo stati lenti e poco brillanti, ma bisogna anche fare i complimenti agli avversari che hanno dimostrato grande spirito di squadra”. Il calendario ora però prevede due impegni sulla carta abbordabili per i ramarri, contro Kras e Montebelluna: “Sulla carta non sono match impossibili, ma se giochiamo come oggi rischiamo le figuracce. Dobbiamo tornare a giocare da Pordenone”.

//