Promozione – I due gironi ai raggi X

Girone A – Il big match di giornata va al Prata Falchi che ha la meglio, non senza polemiche, di un buon Rive d’Arcano. Non senza polemiche per colpa di una terna arbitrale risultata non all’altezza di una gara d’alta classifica con decisioni alquanto dubbie partendo da un gol (che sembrava regolare) annullato al Rive ad arrivando al rigore per i pordenonesi iniziato con un fallo degli stessi. Il presidente degli udinesi, a fine gara, è apparso deluso e intenzionato a mandare lui stesso un messaggio alla federazione chiedendo maggiore attenzione per quanto riguarda le designazioni arbitrali in relazione all’importanza della gara. Intanto la capolista Spal Cordovado sbanca Pertegada cogliendo la quarta vittoria esterna stagionale mantenendo a cinque punti il distacco sulle più dirette inseguitrici. Quarto successo, invece, per il Vivai Rauscedo davanti al proprio pubblico contro un mai domo Camino che incassa la sesta sconfitta in sette incontri.

Chi non ha ancora conosciuto i tre punti è la Buiese che esce sconfitta anche da Corva e adesso la situazione dei torelli si fa più critica che mai mentre per gli azzanesi arriva la prima vittoria (dopo solo pareggi) davanti al proprio pubblico. Derby pordenonese di Sacile che va ai padroni di casa che non fanno sconti ad un Casarsa che rispetto alle prime giornate sta cedendo un po’ il passo. Un tempo a testa e pareggio ad occhiali tra Sanvitese e Tolmezzo con i carnici ad imporre il proprio gioco nella prima frazione mentre i padroni di casa sprecano tante palle gol nella ripresa. Incomprensibile il campionato del Maniagolibero che va a vincere a Tarcento ma per la squadra di Gregolin fare pronostici alla vigilia di ogni gara diventa impossibile. Infine, vittoria (ed è la seconda consecutiva) per il Torre che sembra aver intrapreso la strada giusta. A farne le spese è stata la Maranese che quando non affronta una formazione d’alta classifica mette da parte anche gli stimoli giusti per affrontare le varie partite.

Girone B – Mini-fuga a quattro. Due triestine (Sistiana e Chiarbola) e due goriziane (Pro Romans e Terenziana) provano a mettere un cospicuo distacco dalle altre. Chi sta meglio è il Sistana che vincendo il derby in casa del Sant’Andrea ottiene, in virtù anche dei tre punti nel recupero del “Fogar” di Staranzano, il nono risultato utile consecutivo. Niente male per i delfini dopo un inizio di stagione alquanto difficile. Vittoria esterna anche per il Chiarbola che a Risano fa conoscere la prima sconfitta tra le mura amiche per la squadra di Barbana. Delle prime quattro l’unico successo in casa è quello della Pro Romans che non ha difficoltà a sbarazzarsi della Valnatisone arrivata alla quarta sconfitta lontana da San Pietro mentre per i giallorossi (ancora due reti per Buttignaschi) è la sesta vittoria interna. Primi tre posti occupati, quindi, da tre formazioni pronosticate alla vigilia come protagoniste di questo girone.

Chi, invece, nessuno si aspettava là in alto è la Terenziana capace di sbancare San Sergio, anche se con un po’ di sofferenza finale, e ritrovarsi in piena lotta promozione. Amara sconfitta per la Juventina contro il Sevegliano con Sepulcri che, così, non ha potuto festeggiare il premio “Comuzzi” appena assegnatagli. Chi può festeggiare è l’Ol3 che ottiene un prezioso punto in rimonta sul terreno dello Zaule con ben 14 fuoriquota tra campo e panchina. Sesta vittoria consecutiva tra campionato e coppa per lo scatenato Kras che si fa sotto in alta classifica ed anche l’Azzurra si deve arrendere. Passo in avanti, infine, per la Forum Julii che abbatte il fanalino di coda Costalunga ed ottiene una vittoria che mancava da due mesi. (Simone Polentarutti)