Promozione – I due gironi ai raggi X

Girone A – Dopo la sospensione dei campionati di una settimana fa si torna in campo in una giornata in cui il segno “ics” è predominante tra le big del girone. Le prime cinque, infatti, tornano a casa con un punto a testa senza scombussolare più di tanto la classifica. Sacilese e Tolmezzo si dividono la posta a reti inviolate in una gare equilibratissima con i padroni di casa che continuano a subire poche reti. Stesso risultato tra Rive d’Arcano e Spal Cordovado ma a meritare sono gli udinesi più belli che concreti. Per i primi della classe, invece, un ottimo punto guadagnato su un campo difficilissimo con Muzzin che può veramente tirare un sospiro di sollievo per lo scampato pericolo.

Rammarico anche per il Prata Falchi a cui non bastano due reti per mettere sotto il la matricola terribile Maniagolibero. Ad approfittare della pareggite delle grandi sono Vivai Rauscedo e Casarsa. I vivaisti non hanno problemi a sbarazzarsi della Buiese e ottengono così la quarta vittoria su cinque gare tra le mura amiche mentre il Casarsa non si fa spaventare dal “Bottecchia” di Pordenone e regola un Torre che rimane piantato nei bassifondi della classifica. Classifica che inizia a sorridere al Corva che espugna San Vito al Tagliamento centrando la terza vittoria esterna. Torna, invece, alla vittoria dopo due mesi la Tarcentina superando una mai doma maranese. Infine, è stato rinviato il delicatissimo confronto tra Pertegada e Camino, due formazioni deluse da questo inizio di stagione ma che, con una vittoria, possono fare un grande salto in avanti.

Girone B – Arriva nell’anticipo del sabato la prima sconfitta interna per l’Azzurra Premariacco. A far festa è la Juventina con l’estremo difensore goriziano che para di tutto. Sconfitta che si nota tutta sul volto dell’allenatore che si dice deluso per il risultato ma soddisfatto per l’impegno messo in campo dai suoi. Una doppietta di Buttignaschi (e sono 11 in campionato) affonda la Forum Julii e regala alla Pro Romans ancora una settimana come prima della classe. A proposito del club ducale, visti gli ultimi risultati, la società ha preso la decisione di sollevare dall’incarico l’allenatore Marco Marchina. Dice addio all’imbattibilità casalinga anche lo Zaule contro il Kras in uno dei due derby triestini di giornata. Altra prima volta è quella dell’Ol3. Gli arancioni di Faedis espugnano il rettangolo di gioco del Costalunga ed ottengono, così, la prima vittoria lontana da casa.

Lontano da casa, invece, cade (dopo tre vittorie e due pareggi) il Sevegliano che si fa fermare dalla Risanese. Passi in avanti per la matricola terribile Terenziana capace di andare a vincere a Dolina contro un Sant’Andrea che non riesce a smuoversi da quel penultimo posto con l’allenatore ospite che ha lamentato qualche difficoltà per le piccole dimensioni del campo, neanche paragonabili a quelle del proprio terreno di gioco. Con lo stesso punteggio porta a casa i tre punti anche il Sistiana. A farne le spese è la Valnatisone che non ha ancora una vera e propria identità, soprattutto in trasferta. Infine, altro tonfo per il Trieste Calcio nel derby contro il Chiarbola con la squadra di Borgo San Sergio che rimane in zona pericolo. (Simone Polentarutti)