Promozione – Il punto dopo l’ottava giornata di campionato

Girone A – Polemiche a Tolmezzo dove la partita, che non doveva neanche iniziare causa nubifragio, viene sospesa dopo 29’ con i carnici in vantaggio 2-0. Con la nuove regole entrate in vigore da questa stagione la gara dovrà essere ripresa dallo stesso minuto di gioco e con lo stesso punteggio, cosa che potrebbe penalizzare il Pertegada che si ritrova in svantaggio di due reti subite con condizioni meteo davvero al limite. Il big-match del sabato (Spal Cordovado-Sanvitese) va ai padroni di casa che provano la prima vera fuga della stagione grazie a due reti del classe 2000 Muzzin. Per gli ospiti arriva la prima sconfitta in trasferta ma rimane a lottare per le posizioni che contano.

Pareggio nell’altra sfida d’alta classifica. Il Rive d’Arcano mette all’angolo il Casarsa (rimontandolo due volte) ma non riesce a fare quel gol in più per portare a casa i tre punti. Il Prata Falchi fa la “manita” in casa del Camino a cui il cambio della guida tecnica, alla lunga, non sta dando i frutti sperati. Infatti, la squadra di Veritti, da quando l’allenatore si è seduto sulla panchina dei gialloneri, ha vinto una partita ed ha perso le successive tre subendo la bellezza di 12 reti. Basta una rete dell’ex capitano storico del Tamai Fabrizio Petris alla Sacilese per portare a casa il derby contro il Vivai Rauscedo con i liventini che stanno puntando veramente in alto, magari ai fasti che furono prima del fallimento di qualche stagione fa. Quarto pareggio in altrettante gare casalinghe per il Corva che anche contro il Torre vede il segno “ics” sul risultato finale con gli ospiti che assaporano il primo punticino in trasferta. Gara senza emozioni quella tra Maranese e Maniagolibero che, però, conferma l’ottimo stato di forma di entrambe la formazioni. Vittoria della Tarcentina, infine, a Buia con i torelli di casa che, soli all’ultimo posto, non trovano punti dalla seconda giornata di campionato.

Girone B – Colpaccio della Pro Romans in casa di quel Sevegliano che fino a poche settimane fa sembrava essere la sorpresa della stagione. Sia chiaro la squadra di Paviz è ancora in una zona di classifica invidiabile da molte altre formazioni ma, ora, l’altalena di risultati la sta facendo tornare con i piedi per terra. È proprio Paviz a ricordare che non è la prima volta che capita ai suoi uomini di avere qualche black-out che permette agli avversari di andare in rete con troppa facilità. Il vice allenatore della Pro Romans, invece, si dice più che soddisfatto per la prestazione e di aver visto fruttare in più di un’occasione gli schemi provati in settimana. Sempre in anticipo va alla Valnatisone il derby ed in rimonta ha la meglio su una Forum Julii troppo sprecona. A favorire i valligiani è stata una maggiore freddezza sottoporta.

Ancora in testa al girone troviamo la Risanese che, però, deve dividere la posta con lo Zaule secondo in classifica che subisce così la prime reti in casa propria. Pareggio che permette alla classifica di accorciarsi a dismisura, trovando ben otto squadre in tre punti. Sonoro 6-0 della Terenzana al “Fogar” contro l’Azzurra Premariacco con gli ospiti concentrati più sul ritorno di Coppa (in programma mercoledì) che sul campionato. Per la formazione di casa, invece, si aprono scenari interessanti in alta classifica. Sempre in alta classifica pareggio con gol anche tra Chiarbola e Sistiana con i delfini che riprendono la partita solo nei minuti di recupero per il rammarico dei ragazzi di Campaner. Spostandosi di qualche chilometro si trova un altro derby che vede prevalere il Kras sul Trieste Calcio nonostante Palliaga stia trovando continuità e soprattutto reti. Torna alla vittoria la Juventina che non ha problemi a sbarazzarsi di una Costalunga sempre più ultima. Da una squadra che fatica ad uscire dal pantano delle ultime posizioni ad un’altra. Il Sant’Andrea ne prende tre a Faedis e cerca quel cambio di marcia che manca per tirarsi fuori dalle zone calde e quella vittoria che manca dalla prima giornata. (Simone Polentarutti)