Promozione – Il punto sui due gironi dopo la prima giornata

Girone A – Nell’anticipo del sabato la matricola terribile Maniagolibero fa la voce grossa in uno dei tanti derby pordenonesi e vince in casa propria contro un Vivai Rauscedo che si è sciolta alle prime difficoltà. Sconfitta difficile da digerire da parte del presidente ospite Fornasier che ha parlato di squadra ancora imballata e sotto stress per la dura  preparazione pre-campionato. Di ben altro stato d’animo l’allenatore del Maniagolibero, Gregolin, che però predica calma consapevole che una vittoria al debutto fa tanto morale ma niente di più.

Altre matricole ma risultato diverso. Rive D’Arcano e Pertegada si dividono la posta in palio ma il punto va meglio ai gialloneri ospiti. Va peggio alla neopromossa Sacilese (che non vedeva una categoria di così alto livello da quattro stagioni) che dopo tre promozioni consecutive si ferma sul più bello nei confronti di una più determinata SPAL Cordovado. Il Tolmezzo Carnia dà ragione ai pronostici della vigilia ed ha la meglio sul Camino. La vittoria dei carnici ha il volto di Madi che è arrivato alle dipendenze del presidente Michele Ianich a titolo definitivo dal Lumignacco dopo due stagioni in prestito secco.

Prima gioia anche per Gianluca Stoico alla guida del Corva. L’ex allenatore del Comunale Fontanafredda mette in campo una squadra che non si fa impaurire dalla trasferta di Marano e porta a casa i tre punti. Tre punti anche in tasca del Casarsa (vittoria nei confronti della Buiese) che, dopo il raggiungimento dei play off della scorsa stagione, quest’anno punta veramente in alto, magari alla testa solitaria della classifica. Derby pordenonese a Visinale dove il Prata Falchi ha la meglio su un Torre tutt’altro che arrendevole. Infine, dopo un’estate bollente con la prospettiva di una fusione con il Sesto Bagnarola che a San Vito al Tagliamento non sarebbe stata presa benissimo, la Sanvitese riparte andando a vincere a Tarcento.

Girone B – Dopo anni ad altissimo livello conditi con due promozioni in serie D, il Kras riparte dalla Promozione. E la ripartenza è da incubo vista la sconfitta nel derby di fronte al Chiarbola che mostra così il suo potenziale e le sue possibilità sul salto di categoria. Altra squadra che arriva dall’Eccellenza ma risultato non cambia. Anzi, va peggio. La Juventina, infatti, soccombe a Gagliano di Cividale contro la Forum Julii che fa la sua attenta e precisa partita uscendone vincitrice.

Non basta una coppia d’attacco che sulla carta è la più forte del torneo al Trieste Calcio. Pelliaga e Godeas segnano un gol a testa nella sconfitta a Dolina, casa temporanea del Sant’Andrea San Vito (esordiente di categorie) essendo lo “Starc” in fase di ristrtturazione e per l’ex professionista si realizza il sogno di segnare in tutte le categorie, dalla serie A alla Terza Categoria. In esilio dal campo di casa anche per il Terenzana Staranzano che lontana dal suo “Fogar” (ma al “Boito” di Monfalcone) soccombe e ne prende quattro dallo Zaule.

Colpo grosso del Sevegliano/Fauglis a Faedis con l’Ol3 che non approfitta di un rigore assegnato agli arancioni e sbagliato da Gashi. Pareggio prezioso per un’altra neopromossa, l’Azzurra Premaricco che in casa della Pro Romans Medea rimonta il gol iniziale di Buttignaschi contro una formazione che vuole puntare in alto. Derby triestino tra Sistiana e Costalunga che è stato tutto dalla parte dei delfini di casa che ha visto, tra gli altri, la rete di David Colja, attaccante di cui in questa stagione si sentirà parlare spesso. Infine, successo interno della Valnatisone che si fa perdonare dal suo pubblico dopo le apparizioni poco lucide di Coppa. (Simone Polentarutti)