"Vi raccomando Cusin, quello dei gol brutti"

La determinazione di Michele Pagnucco, uno dei senatori del Lignano.

Parla Pagnucco Dopo il pari nel derby col Pertegada, il Lignano incrocia i big del Kras

Mai e poi mai il Lignano poteva accettare di perdere il derby col Pertegada (e viceversa). Lo ha capito anche Michele Pagnucco, l’ex capitano del Palmanova (ed ex Sarone, Rivignano e Gonars), che da dicembre è andato a irrobustire i gialloblù. “Ho compreso che ci tengono da matti: si può anche retrocedere, ma se fai sei punti contro i cugini allora la stagione è positiva. Incredibile e bellissimo”.
– Eravate andate due volte in vantaggio; e non l’avete portata a casa…

“Abbiamo subito due reti fotocopia: calcio piazzato da posizione defilata e uomo lasciato libero di massacrarci. L’unica pecca del Lignano è proprio quella che riporta a un’attenzione ballerina: si tratta di un guaio tipico delle squadre giovani. Credo che Andreotti mi abbia voluto al Lignano proprio per trasmettere un certo modo di preparare le partite e sviluppare la concentrazione”.
– Cos’ha trovato in Promozione?
“Un ambiente fenomenale. Questo Lignano può dar vita a un ciclo e arrivare molto in alto. Mi è tornato l’entusiasmo, anche perchè ho scoperto dei giovani dal potenziale incredibile”.
– Fuori i nomi, prego?
“La lista è lunga. Cervesato pare un veterano ed invece è dell’87. Ha un talento incredibile, quando punta l’uomo fa male, solo che è pazzo, un giocherellone. E poi Coacci, ventenne, ottimo centrocampista. Per non dire di Saviano e di Faggiani, uno capace di non far toccare palla a Vosca. Ma il mio pupillo è Alessandro Cusin, attaccante duttile e completo: possiede tutti e due i piedi, ha scatto, colpi, dribbling. Come l’ho visto in allenamento mi sono detto: è un fenomeno. Mi hanno spiegato che non faceva mai gol e di ciò ne soffriva”.
– Si tratta mica del Cusin andato a segno nelle ultime quattro gare?
“Proprio lui. Ho detto ad Alex: “Credici, non cercare l’angolino, tira sul portiere”. Ebbene, con la Pro Cervignano si è sbloccato: ha fatto un gol incredibile, con tanto di tunnel a Buso. Le ultime due reti sono state orribili: i gol brutti sono quelli più importanti”.
– E domenica c’è il Kras…
“Gara stimolante, tanto più che rientreranno Del Zotto e Coacci. Il campionato possono perderlo soltanto loro, noi non dobbiamo sederci, l’obiettivo è di concludere la stagione regolare al secondo posto. Per poi spiccare il volo”.