Scarel: “Io non firmo cambiali in bianco”

Massimo Scarel
Massimo Scarel

Per adesso Massimo Scarel sta alla finestra. E la faccenda stona un po’, considerando quel che il grintoso allenatore è riuscito ad ottenere ad Aquileia e Pro Romans. Non fa drammi, non grida allo scandalo, Scarel: semmai, resta in attesa di qualche proposta interessante e scalda i muscoli per farsi trovare caricato e pronto quando arriverà la chiamata.

“Può capitare di dover restare ai box – commenta il diretto interessato -. La prendo con filosofia, quindi, però deve essere chiaro che il sottoscritto ha sempre una grande voglia di allenare e, se capiterà l’opportunità giusta, mi tufferò nella mischia armato dell’abituale determinazione”.

“Perché non continuare con l’Aquileia? L’esperienza è stata positiva, ma con la società non c’era identità di vedute riguardo a come affrontare il prossimo campionato: loro mi chiedevano di firmare una sorta di cambiale in bianco, di accettare la conferma senza sapere che formazione sarei andato a guidare. Ho preferito farmi da parte, essere onesto e chiaro senza tergiversare o tirarla alla lunga”.

L’intervista integrale la trovate nel nuovo numero di Tremila Sport, in edicola e in formato digitale.