Seconda B: spettacolare la lotta per il primato

Luigino Pidutti, allenatore dell'Atletico Grifone
Luigino Pidutti, allenatore dell'Atletico Grifone
Luigino Pidutti, allenatore dell’Atletico Grifone

Si delineano in maniera rilevante i valori delle squadre nella Seconda B dopo l’undicesimo turno. Se nella  prima parte della classifica c’è  traffico intenso e incolonnato, in quella bassa albergano squadre “mummia”, sofferenti in attesa di  improbabili risvegli.

Esauriti i recuperi, la graduatoria dice che  è l’Atletico Grifone a prendersi la scena e a comandarla a 27 punti. Imbattibile al “Cornino arena”  la formazione della famiglia Collino vanta anche la difesa meno perforata, appena 7 gol al pari del Venzone e ora non può nascondersi: è nel gran ballo  d’elite e deve ballare.  Vista  all’opera contro la Reanese (3-0) pur su un terreno infame, la squadra ha dimostrato carattere, compattezza atletica e schemi di gioco  convincenti. In poche parole il piccolo e grintoso mister Luigino Pidutti ha saputo  trasmettere alla compagine la sua impronta, facendola crescere.

Forgaria pur sognando di nascosto perché la parola Prima è tassativamente bandita, è sotto il fuoco incrociato delle inseguitrici Venzone e San Daniele sempre lì a un tiro di schioppo. Rispettivamente a una e due lunghezze sotto, un’inerzia che arricchisce ed entusiasma ancora di più il girone dell’udinese. Se i rossoblù  di Pittoni vanno avanti viepiù con risultati di stretta misura. Di fronte alla maglia nera Bearzi (5) la vittoria è arrivata infatti  con il settimo sigillo risicato grazie a “San Spillo” Spilotti, sintomo che ancora non tutto gira come dovrebbe.

Di contro l’armata “prosciuttaia”  adottata allo “Zurro”  di Villanova incamera  la settima folgorante  vittoria (3-0) a spese dell’Ancona penultima assieme al Nimis. Questo imbattuto San Daniele ha le sembianze di un bulldozer e  quando segna un certo Andrea Sivilotti la vittoria è sempre assicurata. L’ultima sentita  è di un sarcastico quanto generoso  tifoso delle “furie rosse” e rivolta alle avversarie e recita così: “A chi fermerà la musica di “Attila” I. Danielis e “bufalo” M. Natolino,  un prosciutto in regalo”.

Entusiasmo anche a Pagnacco dopo lo stritolamento perpetrato ai danni   all’Udine United (3-1), che consente alla squadra di De Sabata sorpasso e conquista del quarto posto solitario a 20 punti. Gli amaranto  delle bocche di fuoco Namio e Bozic  rassicurano le “pretese” dell’onorario presidente Del Fabbro che  auspica  una squadra da vertice.  (d.t.)