Semolic è il nuovo presidente degli arbitri di Gradisca d’Isonzo

Cambio al vertice della sezione arbitri di Gradisca d’Isonzo. L’assemblea elettiva di ieri sera, svoltasi in videoconferenza come da disposizione dell’Associazione italiana arbitri (Aia), ha visto la vittoria di Roberto Semolic. Già vicepresidente del comitato nel precedente mandato, il 48enne – candidato unico – ha ottenuto una netta maggioranza, succedendo così a Luigi Franzò e diventando il secondo presidente della sezione dalla sua nascita nel 2018. Rimarrà in carica per i prossimi quattro anni, proseguendo nel solco tracciato con la fusione delle compagini di Monfalcone, Cormons e Gorizia.

Nella vita di tutti i giorni è funzionario bancario. “Il segreto – ha raccontato Semolic durante il suo discorso ai colleghi – è soltanto tanta determinazione, non fermarsi al primo ostacolo e superare di volta in volta tutte le difficoltà, non solo legate all’arbitraggio ma alla nostra vita. Questo è possibile perché facciamo tutti parte di questa grande famiglia che non ci lascia mai soli e assieme alle nostre famiglie di origine ci darà sempre forza e supporto per andare avanti nella vita”. Immediati i ringraziamenti all’ormai ex presidente Franzò, con cui Semolic vanta un rapporto di amicizia iniziato proprio nel comitato della città dei cantieri.

Ex assistente in Serie C, il neopresidente è diventato arbitro nel 1989, venendo promosso nel 2002 alla Commissione nazionale arbitri per la Serie D. Quattro anni dopo arrivò nel campionato dei professionisti, ma la sua esperienza è stata segnata da infortuni che l’hanno costretto al triste ritiro. Ritornato in sezione non ha però mollato l’amore per l’arbitraggio, diventando già nel 2010 la guida dei fischietti monfalconesi. Riconfermato nel 2012 e 2016, è stato tra coloro che più hanno spinto per unire le realtà dell’Isontino, creando così una nuova compagine che oggi conta più di cento tesserati, una delle più importanti numericamente in regione.

Congratulazioni anche dal Comitato regionale, presente all’assemblea con il proprio rappresentante Gilberto Piva. “Siamo in un mondo in continua evoluzione – ha sottolineato Semolic – e quindi non dobbiamo aspettare quello che l’AIA nazionale può metterci a disposizione, ma cercare di essere sempre innovativi”. Nel corso della serata, è stato anche votato il Delegato sezionale nella persona di Luigi Franzò. I festeggiamenti sono rinviati a quando la situazione sanitaria permetterà di potersi ritrovare insieme. Nel frattempo, si attende fiduciosi la ripresa dei campionati, da quelli di Eccellenza e Promozione ai giovanili, per poter scendere nuovamente in campo la domenica.