Tomasin: “Caro Tion, non farmi scherzi!”

Werner Tomasin (Foto Prest)
Werner Tomasin (Foto Prest)

Un punto in due partite per la Valnatisone che quest’anno nel ruolo di preparatore dei portiere annovera Werner Tomasin, portierone di lungo corso che nella passata stagione aveva difeso la porta azzurra per 8-9 gare in un periodo decisivo.

Tomasin continua a lavorare su Alessandro Tion e sul dodicesimo, il ’95 Mattia Pinatto: “Tion? Ha grandi potenzialità fisiche, mentre il suo punto debole riguarda la concentrazione che talvolta cala; ecco perché cerco sempre di tenerlo sulla corda, di dialogare con lui, di spronarlo e, insieme, coccolarlo. I risultati si sono visti nello scorso girone di ritorno, nel quale è risultato essere un valore aggiunto. Lui è un diesel, ha bisogno di qualche partita per entrare in forma e carburare. E Pinatto? Avrebbe bisogno di mettere su un po’ di muscoli, ma è anche rapido, attento, capace nelle uscite alte: in sostanza, credo che la Valnatisone sia coperta per quel che riguarda gli estremi difensori”.