Velliscig: “Non c’è limite alla negatività”

Aiello calcioL’Aiello, società prestigiosa che vanta 96 anni di storia, che ha dato i natali all’indimenticato ct della Nazionale Enzo Bearzot, è a rischio fallimento. Ma non perché i bilanci siano in rosso “tutt’altro spiega la vecchia dirigenza” ma perché nessuno vuole prendersi carico di guidare la società.

“Ho lasciato – spiega il presidente uscente Giancarlo Velliscig – perché i miei impegni professionali non mi permettevano più di seguire la squadra. E’ stata quindi convocata un’assemblea per sensibilizzare il passaggio di mano. Ma nessuno si è fatto vivo. Abbiamo così rimesso l’incarico nelle mani dell’amministrazione”

“L’Aiello è una delle società sportive più vecchie della regione, ma a nessuno sembra che interessi questo particolare – continua Velliscig –, nemmeno a chi spende milioni di euro per una società neo promossa in serie A e abita da queste parti. Non c’è limite alla negatività. Così non possiamo andare avanti”.

L’intervista integrale la trovate nel nuovo numero di Tremila Sport in edicola e in formato digitale.