Visalli: “Ho rischiato di chiudere col calcio”

Daniele Visalli, in uscita dall'Azzanese
Daniele Visalli, in uscita dall’Azzanese

Daniele Visalli, uno dei difensori di maggior caratura dell’Eccellenza è tranquillo e sereno in questi giorni, dopo una stagione davvero drammatica che lo ha visto rischiare di dover dire addio al calcio giocato.

Il difensore racconta cosa gli è capitato: “Tutto è iniziato durante il match infrasettimanale con il Cjarlinsmuzane, dove ho subito il distacco totale del muscolo semimembranoso della coscia destra; se non ché, durante i seguenti esami i medici non se ne sono accorti, concentrandosi su una microlesione e non sul guai grosso”.

“Così, dopo qualche giorno di riposo ho ripreso ad allenarmi finendo per giocare la gara con il Chions anche se sentivo che c’era qualcosa che non andava: in quella partita ho praticamente camminato, non riuscivo a muovermi. Allora mi sono sottoposto a ulteriori accertamenti e finalmente la lesione al flessore della coscia è stata individuata: mi è stato detto che c’era il rischio di dover dire addio al calcio giocato, una mazzata per chi considera questo sport parte essenziale della propria vita”.

L’intervista integrale la trovate nel nuovo numero di Tremila Sport in edicola e in formato digitale.