Ciclismo – Leknessund vince la 3^ tappa del Giro FVG

Foto Bolgan

Andreas Leknessund (UnoX Pro Cycling) ha vinto la terza tappa del 56° Giro Ciclistico Internazionale della Regione Friuli Venezia Giulia per under 23 ed élite, da San Vito al Tagliamento a Buja, di 148,5 chilometri. Il norvegese è scattato sul Gpm di Chialminis a 43 chilometri dall’arrivo e ha gestito ogni tentativo di rimonta da parte degli inseguitori.
Sul podio, sono saliti anche il danese Asbjorn Hellemose e il francese Alexis Guerin.

Leknessund veste anche la maglia gialla di leader della classifica generale, che fino a stamani era sulle spalle del suo compagno di squadra Niklas Larsen. A conferma del dominio norvegese in questa corsa, Andreas Leknessund veste anche la maglia blu della classifica a punti e la maglia verde del Gpm come miglior scalatore.

Il miglior sprinter, vestendo la maglia rossa, è Maximilian Kuen (Voralberg Santic), mentre la maglia bianca, miglior giovane del lotto, è il danese Jacob Hindsgaul (UnoX ProCyciling).

ORDINE D’ARRIVO.
San Vito al Tagliamento – Buja, 148 chilometri
1. Andreas Leknessund (UnoX Pro Cycling), 3 ore, 33 minuti e 20 secondi
2. Asbjorn Hellemose (Mendrisio), a 1’02”
3. Alexis Guerin (Voralberg Santic), a 1’03
4. Roger Adria Oliveras (Kern Pharma), a 1’08”
5. Maxim Van Gjils (Lotto Soudal), a 1’12”
6. Janez Brajkovic (Adria Mobil), a 1’12”
7. Urko Berrade Fernandez (Kern Pharma), a 1’33”
8. Colin Stussi (Voralberg), a 2’42”
9. Henry Vandenabeele (Lotto Soudal), 2’42”
10. Luca Van Boven (GM Recicling), st.

La tappa è stata caratterizzata da una fuga di cinque corridori nella fase iniziale: Abram Stockma (Sks), Tesfazion Ocbit Natnael (Ntt), Cristian Rocchetta (General Store), Filippo Tagliani (Zalf Euromobil Fior) e il friulano di Coseano Nicolò Di Bernardo (Team Gaiaplast), coinvolto in una caduta senza conseguenze. Due minuti e 17″ il massimo vantaggio dei fuggitivi, poi inglobati dal gruppo dei migliori.

In prossimità del primo Gpm di giornata a Chialminis, è scattato Andreas Leknessund, transitato per primo anche sul secondo Gpm a Stella, evento che gli ha permesso di vestire la maglia verde di leader degli scalatori.

Alle spalle del fuggitivo si sono alternati all’inseguimento diversi atleti, che però non hanno trovato l’accordo giusto per andare a riprendere il vincitore, arrivato solitario al traguardo di Buja. Dopo 1’02”, Hellemose ha regolato Guerin allo sprint, mentre il gruppo è arrivato con 2’42” di ritardo.