Fine settimana stregato: tre incidenti per i ragazzi del GS Caneva

Giovanni Amarù del GS Caneva
Giovanni Amarù del GS Caneva

Un fine settimana a dir poco sfortunato per i ragazzi del GS Caneva: il resoconto è quello di un bollettino di guerra dove ad aver la peggio sono stati i gialloneri bersagliati da una jella che ha dell’incredibile.

Alla notturna di venerdì un incidente singolare ha avuto sfortunato protagonista Francesco Romano quando un maldestro spettatore ha perso il controllo della bicicletta che è andata a finire sulla sede stradale proprio mentre transitava il gruppo. Inevitabile il capitombolo, che ha coinvolto svariati atleti. Ad avere la peggio l’azzurrino di Vittoria caricato in ambulanza e medicato per alcune escoriazioni.

Per quanto riguarda l’aspetto agonistico nelle due prove riservate agli Allievi due bei terzi posti sono stati colti da Luca Mattiuz, nella gara riservata ai ragazzi del primo anno e di Moris Polese in quella per i più grandi.

Domenica nella gara di Pescantina riservata alla categoria Juniores si è sfiorata la tragedia per ben due volte. Due gli atleti coinvolti in distinti incidenti. Nel primo Giovanni Amarù è caduto mentre procedeva in fila indiana a forte andatura in testa al gruppo. Spaventoso il volo del siciliano che riportava escoriazioni multiple nella parte sinistra del corpo una forte contusione al gomito sinistro. Mentre Amarù si trovava in ambulanza sotto le cure del medico, Lorenzo Cataudella veniva investito da un’auto del seguito. Per lui una forte botta all’anca sinistra e tanto spavento.

Nella gara si è ben distinto Francesco Pilicano, attivo nella fase centrale e sempre pronto a promuovere tentativi di fuga. Purtroppo alla fine nulla ha potuto di fronte allo strapotere di formazioni compatte preparate a portare i velocisti nelle migliori posizioni per disputare la volata.