La Sportful Dolomiti Race punta al 2021

L’emergenza Covid sta mettendo un po’ tutti a dura prova ma la voglia di guardare avanti con ottimismo non manca. Cosi il Comitato organizzatore della Sportful Dolomiti Race  guidato da Ivan Piol ha deciso di posticipare l’apertura delle iscrizioni che tradizionalmente avviene ad ottobre direttamente al 1. Gennaio, con l’inizio del Nuovo anno, forti del motto “Anno Nuovo, Vita Nuova“. 

Nel comitato c’è la voglia di voltare pagina dopo un anno cosi difficile per tutti, ma anche il desiderio di rispettare la delicatezza di questo momento di emergenza.

Guardare avanti con grande fiducia nel futuro che ci aspetta. E il futuro del Pedale Feltrino, società organizzatrice, è tutto racchiuso in due date importanti da fissare nel calendario del 2021:

·      11-12 giugno 20° edizione Castelli24h, la 24 ore di Feltre

·      20 giugno:  26° edizione della granfondo SPORTFUL DOLOMITI RACE.

Un futuro in cui rivedere I ciclisti pedalare a Cima Campo, Passo Manghen, Passo Rolle e Passo Croce d’aude, con un ritorno sul passo Broccon grazie ad un’inedita salita che renderà il percorso Medio all’altezza di essere il fratello minore del percorso Gran Fondo.

Resta fermo il passaggio sul muro di Ronche-Rugna che porterà I ciclisti del medio a Lamon con un passaggio nella piazza principale dove ad attenderli ci sarà un paese in festa.

Agli iscritti dell’edizione di questo sfortunato 2020 con una comunicazione dedicata, verrà chiesto di confermare la volontà di partecipare alla manifestazione di giugno con tutta calma, ma entro la fine di marzo.

Dopo un’estate anomala, un Giro d’Italia autunnale che non si era mai visto, abbiamo ripreso in mano la manifestazione con rinnovato entusiasmo – spiega PIOL – dobbiamo guardare avanti e stiamo già pensando ad alcune iniziative invernali preparatorie alla nuova stagione. Vogliamo credere che il 2021 sarà diverso e dobbiamo essere pronti per offrire ai nostri iscritti un giugno di grande festa dello sport e del ciclismo“.