Running – Crippa sale sul gradino più alto del podio alla Carsolina Cross

Una giornata da incorniciare per la squadra di casa. Alla 45ª Carsolina Cross, manifestazione nazionale di corsa campestre valevole come 1° Prova di qualificazione per i Campionati Europei di Cross dell’8 dicembre a Lisbona e organizzata dalla Trieste Atletica, sorridono i portacolori del sodalizio gialloblu.
Infatti nella gara Senior /Promesse Uomini (9km), Nekagenet Crippa sale nuovamente sul gradino più alto del podio dopo il sorprendente successo della scorsa stagione mentre tra gli Under 23 è il cervignanese Jacopo De Marchi, anche lui in forza alla Trieste Atletica, a primeggiare sbaragliando la concorrenza avversaria grazie ad una progressione irresistibile nell’ultima tornata.
Tra gli Assoluti, dopo i primi due giri corsi in controllo, poco dopo metà gara Neka prova a selezionare il plotone di testa. Rimangono incollati all’allievo di Roberto Furlanic solo Ahmed El Mazoury (Atletica Casone Noceto) e Said El Otmani (Esercito). I tre procedono spalla a spalla e si giocano il successo negli ultimi 600m, quando Crippa si rende protagonista di una scatto secco grazie al quale spegne le speranze dei due contendenti e si invola al traguardo dove chiude la sua fatica dopo 27’47”. Alle sue spalle completano il podio El Otmani (27’51”) e El Mazoury (27’55”) mentre si accomoda in 4ª posizione un ottimo Michele Fontana (Aeronautica, 28’05”).
Tra le Promesse, De Marchi corre una gara tatticamente ineccepibile e nel finale raggiunge e supera Sebastiano Parolini (Gruppo Alpinistico Vertovese) che a 3 km dal traguardo aveva allungato rispetto ai pari età. De Marchi conclude con il crono di 28’13” davanti a Parolini (28’16”) e al pugliese Pasquale Selvarolo (Atletica Casone Noceto, 28’19”).
Gara Senior Donne (7km): dopo il successo della scorsa stagione di Nadia Battocletti, è un’altra diciannovenne a rovinare i piani delle atlete più esperte, ovvero la slovena Klara Lukan (Ad Mass Ljubljana) campionessa europea under 20 in carica sui 5000m. Poco dopo metà gara si sgancia dal gruppetto dei capofila un duo composto dalla Lukan e da Valeria Roffino (Fiamme Azzurre). La talentuosa slovena rimane incollata alle caviglie della Roffino fino al suono della campana dell’ultimo giro, quando affianca la contendente e con un’inesorabile progressione si invola fino alla linea d’arrivo dove segnerà il crono di 25’14”. Al 2° si piazza una stoica Roffino (25’34”) mentre si colora di bronzo Martina Merlo (Aeronautica Militare, 25’51”).
Tra le Under 23 domina Federica Zanne (Esercito, 26’03”), autrice di una prova grintosa che le permette di chiudere pure al 4° posto assoluto.
Prove riservate agli Under 20: nelle gare dedicate alle categorie Allievi e Juniores, si assiste alle due cavalcate solitarie di Luca Alfieri (Bovisio Masciago) e dell’ugandese Rebecca Chelangat (Atletica Cascina), che salutano la compagnia degli avversari fin dai primi metri per poi gestire senza patemi lo sforzo e la flebile reazione altrui. Alfieri doma gli avversari e il tracciato di 6km con il crono di 16’44” anticipando Francesco Guerra (Roma Sud, 17’09”) e Marco Fontana Granotto (Atletica Insieme Verona, 17’14”).
Dal canto la Chelangat si divora i 4km del percorso con il crono di 12’03” precedendo Ludovica Cavalli (S.S Trionfo Ligure, 12’42”) e l’austriaca Carina Reicht (Run2gether Stallhoffen, 12’44”).
Cross Corto di 2km: nella gara organizzata in ottica staffetta mista della rassegna continentale, colgono il successo Mattia Padovani (Atletica Lecco Colombo, 5’02”) e Elisa Bortoli (Esercito, 5’50”).