Stonig e Tezak trionfano alla sesta edizione della Matadown

Foto Petrussi

Si è disputata sul monte Matajur nel fine settimana la Matadown downhill marathon, una gara di mountain bike durante la quale gli atleti si cimentano nella discesa dalla cima del monte con una spettacolare partenza di gruppo, per poi arrivare a San Pietro al Natisone, lungo un tracciato eccezionalmente lungo e provante sia dal punto di vista fisico che tecnico.

Giunta ormai alla sesta edizione la Matadown di questo anno ha visto trionfare l’atleta austriaco Matthias Stonig reduce da un pregevole 30° posto assoluto alla EWS di Petzen. L’atleta transfrontaliero ha letteralmente polverizzato il precedente record del tracciato, appartenente allo sloveno Robi Kordez, abbassandolo di oltre un minuto, fermando l’orologio a 26 minuti e 14 secondi.

Ottimi i risultati degli atleti italiani con un secondo ed un terzo posto guadagnati da Francesco Remoto (Fun Bike – Cussigh Bike) e Riccardo Nadalin (Asd Tecno Bike Team K2). Completano il podio assoluto Plesnicar Riccardo (Caprivesi) e Ruggero Iob (Team Maglia Nera).

Il podio femminile sottolinea la portata internazionale dell’evento, confermando, come nella precedente edizione, la supremazia della croata Gorana Tezak (Adrenalina Giant MTB Team) seguita a breve distanza dall’austriaca Yana Dobnig (RLM Mondraker Racing Team) vincitrice dell’edizione 2016. Terzo gradino per la toscana Irene Savelli (Team DSB Comes Fristads Airoh Ion).