Il calcio pordenonese in campo in favore dell’A.I.D.O. in memoria di Massimo Cigana

Le premiazioni del Memorial Cigana a Sedrano
Le premiazioni del Memorial Cigana a Sedrano

Si è concluso in maniera più che positiva il decimo Memorial Massimo Cigana, torneo che si è svolto nel centro sportivo di Sedrano per ricordare Massimo Cigana, prematuramente scomparso 14 anni fa a causa di un incidente stradale.

Oltre a ricordare il giovane, grazie al torneo, gli organizzatori ormai da dieci anni continuano nella beneficienza a favore dell’A.I.D.O., associazione a cui Massimo teneva in maniera particolare. Questa donazione rende possibile l’acquisto di attrezzature specifiche per la donazione degli organi, utilizzati dal reparto terapia intensiva dell’ospedale civile di Pordenone.

Grazie alla generosità dei partecipanti e degli sponsor, è stato possibile, anche quest’anno, effettuare una donazione in favore dell’Estate Ragazzi di San Quirino, consentendo l’acquisto di attrezzature per i bambini della locale comunità, facendo si che anche loro possano giocare e divertirsi nel ricordo di Massimo Cigana.

Nonostante il caldo è stato possibile vedere dell’ottimo calcio. Le 16 squadre partecipanti si sono affrontate, sempre con la giusta mentalità che una manifestazione del genere comporta ovvero con amicizia e serenità, anche se per tutti lo scopo è stato quello di eccellere.

A spuntare la vittoria finale è stata la squadra degli Amici del Bozzo, capaci, partita dopo partita, di creare un connubio perfetto tra l’esperienza tattica di capitan Bindi, e i colpi di genio della coppia RugoMoschetta. Al secondo posto si piazza lo Scarsenal. Il talento dei vari Marco Facca, Andrea Redivo e Alex Corona non è bastato per avere la meglio sulla squadra vincitrice.

Niente da fare per il Tesis, che dopo le due finali perse nelle ultime due edizioni deve arrendersi in semifinale, accontentandosi della finale per il terzo posto, aggiudicandosela. L’organizzazione ha inoltre premiato come miglior portiere Gianni Strina della squadra Bardamax, come capocannoniere Davide Tomasella della F.P di Pighin (ben 9 reti) e come migliore giocatore Stefano Muzzati del Bardamax, che si è messo in luce per alcune giocate da vero fuoriclasse.

Gradita è stata la presenza tra le compagini partecipanti della squadra composta dai parenti e nipoti di Massimo Cigana che si sono contraddistinti per simpatia e generosità.