Libertas in festa a Torreano di Martignacco

premiazioni libertasCentinaia di persone hanno affollato questa mattina il cinema di Città Fiera a Torreano di Martignacco per la cerimonia delle Premiazioni annuali delle Società e degli atleti del Comitato Provinciale Libertas di Udine per la stagione 2012-2013, cui ha portato il saluto il Presidente Regionale dell’Ente di promozione sportiva, Bernardino Ceccarelli.

“Nella sola provincia di Udine – ha ricordato il Presidente – sono una sessantina le società affiliate, di cui 12 nel solo anno in corso, con oltre seimila tesserati, pari a più di un terzo dei 17mila del totale regionale”. Nel suo intervento, Ceccarelli ha quindi messo in luce due punti significativi e recenti di questa esaltante stagione sportiva.

Il primo riguarda la costituzione di una Società per gli assoluti, da parte di tutte le Società di atletica, in modo di riportare la Libertas ai fasti dei suoi giorni migliori; il secondo punto riguarda il recentissimo e “commovente” incontro degli atleti ex Libertas che hanno fatto grande il sodalizio nella sua storia e che rappresentano i valori dello sport nella società civile e nella vita, valori che la Libertas sostiene e tramanda con il fondamentale appoggio delle famiglie dei giovani atleti.

Il saluto del Comune di Martignacco è stato portato dall’Assessore allo Sport Catia Pagnutti, che ha lodato l’opera di coesione sociale che si concretizza attraverso lo sport e la vasta azione di volontariato che si sviluppa nell’ambito della Libertas e che onora la gente di questa terra. Di bilancio molto positivo per questa annata ha parlato anche l’Assessore provinciale allo Sport Beppino Govetto, il quale ha affermato che il principale risultato, superiore a quelli pur lusinghieri ottenuti sul campo, è quello dei ragazzi e delle loro famiglie che credono nei valori dello sport per costruire nella vita il mondo di domani.

Anche per Claudio Bardini, Coordinatore della Provincia di Udine per le attività sportive, infine, il trinomio vincente per la crescita morale è composto da famiglia, scuola e associazionismo sportivo. Con gli auguri natalizi delle autorità, tra cui il Presidente Provinciale Libertas di Udine, Antonio Maria Bardelli, con il vice Stefano Secco e i rappresentanti delle Federazioni alla folta platea, è quindi incominciata la grande festa delle premiazioni, aperta con la consegna della medaglia d’oro a Vincenzo Albertini della Polisportiva Codroipo, impegnato da 50 anni nel settore arti marziali; e di una targa al cineoperatore sportivo Carmine Sicondolfi.

Sono stati quindi premiati i campioni italiani e gli atleti che hanno gareggiato in azzurro in Italia o in Europa Ylenia Vitale, della Libertas Palmanova; Marco Bortolato, Eleonora Omoregie, Stefano Petrei. Alissia Sverzut, Elisa Rovere e Giada Andreutti, tutti dell’Atletica Udinese Malignani; e ancora Susanna Del Piccolo, Giada Vanone, Alice Menossi, Nikolas Di Lorenz, Lorenzo Secolin, Chantal Martini, Elèna Grichtchenkova e Isabella Miatto della Libertas Torviscosa. E stata poi la volta di Enzo Calà, Fabio Polo, Soraya Luri Meret e Gino Gianmarco Stefanel del Judo Kuroki Tarcento; e Alessio Severino, dello Yoseikan Pocenia.