Candellone-gol: Vis Pesaro sconfitta e il Pordenone vola

Foto Antonio Ros/Pordenone Calcio

Pordenone – Vis Pesaro 1-0  (11′ st Candellone)

PORDENONE (4-3-1-2): Bindi; Semenzato, Stefani, Barison, De Agostini; Zammarini, Burrai (30′ st Damian), Bombagi; Gavazzi (37′ st Berrettoni); Ciurria (30′ st Rover), Candellone (45′ st Bassoli). A disposizione: Meneghetti, Germinale, Vogliacco, Magnaghi, Cotroneo, Frabotta, Florio, Cotali. Allenatore: Tesser.

VIS PESARO (3-5-2): Tomei; Gennari, Rocchi, Briganti; Petrucci (25′ st Voltan), Paoli (31′ st Ivan), Tessiore (38′ st Romei), Botta (31′ st Lazzari), Rizzato (38′ st Hadziosmanovic); Guidone, Olcese. A disposizione: Bianchini, Rossoni, Ivan, Lazzari, Gaiola, Testoni, Pastor, Buonocunto, Gabbani. Allenatore: Colucci.

ARBITRO: Rutella di Enna. Assistenti Cantafio di Lamezia Terme e Colinucci di Cesena.

NOTE: ammoniti Rocchi, Botta, Petrucci, Paoli, Gennari. Angoli 7-3. Recupero: pt 1′; st 4′.

Basta un gol di Candellone al Pordenone per battere la Vis Pesare e aumentare il vantaggio in classifica sulla Triestina, fermata sul pari dal Sudtirol. Gran giornata per Burrai che festeggia con un salvataggio sulla linea le 100 presenze in maglia neroverde. Ecco il commento di mister Attilio Tesser: “La Vis Pesaro non ci ha concesso di giocare nella prima parte di partita, si è giocato soprattutto a centrocampo. Siamo usciti alla distanza e li abbiamo schiacciati, dopo 4-5 occasioni l’abbiamo meritatamente sbloccata. Bravi i miei ragazzi. La Vis Pesaro è una squadra di qualità, è normale trovare delle difficoltà, non possiamo vincerle tutte, non lo fa nemmeno la Juve. Quindi complimenti ai ragazzi che hanno voluto vincerla e l’abbiamo fatto, meritatamente. Per venire a capo delle squadre in questa categoria serve molta fisicità, grande spirito di gruppo e rischiare poco. L’unica loro azione da gol è stata quella salvata da Burrai sulla linea“.

Siamo una squadra partita per conquistare i playoff e siamo primi in classifica – continua Tesser -. È uno dei punti più alti della storia del Pordenone. Non si può pretendere che vinciamo le partite 5, 6 a zero. Siamo una squadra compatta che gioca, subisce poco e crea sempre situazioni pericolose. Sabato ci aspetta una squadra in grande forma, che viene da 9 risultati utili consecutivi. Sarà una gara difficile. Burrai? E’ stato sostituito sia per un fastidio al ginocchio, sia perché era in una giornata meno brillante del solito. Lui è molto importante per noi e va preservato. Nono gol di Candellone e speriamo continui così. Non si risparmia mai, è un giocatore che lavora tantissimo per la squadra, tutto questo oltre ai gol che sono importantissimi“.

Queste le parole di Salvatore Burrai: “Sono molto contento per le 100 presenze in neroverde, soprattutto perché sono arrivate con una vittoria importante. Oggi sentivo più fastidio al ginocchio del solito, oggi era difficile. Grazie comunque allo staff medico che mi ha sempre fatto scendere in campo in buone condizioni, nonostante questo problema che dura da mesi. Sapevamo di incontrare una squadra organizzata. Abbiamo sofferto all’inizio ma poi siamo stati bravi a uscire alla distanza. Nel secondo tempo abbiamo spinto di più, siamo passati in vantaggio e abbiamo amministrato. 100 presenze raggiunte grazie al supporto di tutta la società. Alla mia età ho tanta voglia di dimostrare che posso ancora giocare a livelli importanti e spero di farlo ancora a lungo con questi colori“.

Soddisfatto per il gol e per il risultato il bomber Leonardo Candellone: “Oggi era importante fare 3 punti per dare continuità al nostro percorso ed è un ottimo prosieguo dopo il pareggio di Vicenza. Il gol? Ci conosciamo ormai da tempo tra di noi. Ho subito capito che Ciurria poteva darmi il pallone di prima, quindi ho fatto il movimento giusto, ho puntato l’angolo destro ed è andata bene. Per un attaccante è importante fare gol e le occasioni le ho sempre. Non mi sono mai demoralizzato, le prestazioni sono sempre state buone e sono rimasto sereno, il gol era solo questione di tempo. Adesso ci aspetta il Renate. Ci aspettiamo una squadra chiusa, che cercherà di non farci giocare, come ce ne sono tante in questo campionato. Sarà difficile fare risultato, ma è il nostro obiettivo“.