Serie A – L’Udinese sbanca Marassi. Gotti: “Ho visto compattezza”

GENOA-UDINESE 1-3  (22′ Pandev, 32′ De Paul; 87′ Sema, 94′ Lasagna)
GENOA (4-2-3-1): Radu; Ghiglione, Zapata; Romer (70′ Sanabria), Ankersen (64′ Barreca); Schone, Agudelo; Pandev, Saponara (52′ Radovanovic), Kouamé; Pinamonti. A disposizione: Jandrei, Goldaniga, Lerager, Gumus, El Yamiq, Biraschi, Jagiello, Pajac, Cleonise. All. Motta
UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio (65′ Becao), Ekong, Nuytinck; Opoku, Mandragora, Walace, De Paul, Sema; Okaka (89′ Teodorczyk), Nestorovski (72′ Lasagna). A disposizione: Nicolas, Perisan, Sierralta, Samir, Fofana, Ter Avest, Pussetto, Barak. All. Gotti

Arbitro: Pasqua
Ammoniti: Sema, Nuytinck

Nell’11^ giornata della Serie A TIM vittoria in rimonta per l’Udinese che vince 3-1 a Marassi e ritorna al successo dopo due turni di digiuno. Thiago Motta sceglie il modulo 4-2-3-1, Luca Gotti conferma il 3-5-2 ma propone dall’inizio Nuytinck in difesa con Ekong e De Maio. In attacco c’è Nestorovski al fianco di Okaka. All’8′ spunto di Saponara, traversone a cercare il colpo di testa di Kouamé e palla alta sulla traversa. Al 10′ passaggio sbagliato di Sema che diventa asst per Ghiglione, provvidenziale è l’uscita di Musso.

Tre minuti dopo sempre sull’asse Saponara-Kouamé arrivano i pericoli per i bianconeri. Ancora il colpo di testa dell’attaccante e palla sul fondo. Al 15′ punizione di Mandragora che mette i brividi a Radu con palla alta di poco sulla traversa. Al 18′ insiste Mandragora, conclusione nello specchio della porta ma sulla traiettoria c’è la deviazione in angolo di Romero. Al 21′ De Paul pesca Nestorovski in area di rigore, conclusione del macedone in porta ma ancora Romero mura con il corpo il tiro. Al 22′ vantaggio per i padroni di casa. Scambio in area tra Pandev e Kouamè e conclusione al volo del macedone che segna l’1-0.

Al 29′ bianconeri pericolosi con Nestorovski che calcia con il sinistro dall’interno dell’area di rigore, Radu blocca. Al 32′ il pareggio dei bianconeri! Grandissima azione dell’Udinese tutta di prima con Okaka che smarca De Paul e il “Diez” castiga Radu con un siluro. E’ 1-1! Al 38′ bellissimo sinistro al volo d’esterno di Mandragora dal limite dell’area di rigore e palla fuori di pochissimo. Al 44′ ancora Udinese in avanti. Nestoroski scambia con De Paul e la palla che sibila il palo. Al 45′ è Mandragora a mancare di poco la porta dall’interno dell’area cercando la conclusione in acrobazia.

Nella ripresa al 50′ tiro a giro dalla distanza di De Paul, blocca Radu! Al 56′ pronta conclusione di Kouamè, Musso ci mette i pugni. Al 72′ il Genoa ha l’occasione del vantaggio ma Pinamonti non trova il timing giusto per calciare a rete. All’87 il vantaggio bianconero grazie alla fucilata di sinistro di Sema si insacca all’angolino alla sinistra di Radu. Nei minuti di recupero prima Pinamonti fallisce il gol del 2-2 (93′) e sessanta secondi dopo deliziosa giocata di Lasagna, entrato in campo da qualche poco, e gol fantastico del 3-1 che chiude la partita.

Per la seconda volta in stagione è stato chiamato a dirigere i bianconeri in prima persona e, come contro il Torino, Mister Gotti ha saputo conquistare un altro preziosissimo successo dopo una difficile settimana: “Io credo che oggi la cosa più bella non siano i tre punti, comunque fondamentali per noi, ma l’unità di intenti e la compattezza che ho visto tra i calciatori: questo può portare a dei risultati importanti in futuro – ha esordito a Udinese Tv -. Le due partite che abbiamo subito così pesantemente nell’ultima settimana hanno lasciato uno strascico importante nelle menti dei calciatori ma oggi i ragazzi hanno dato una grande prova di forza in tal senso. Io ho semplicemente cercato di dare il mio contributo come hanno cercato di fare anche gli altri, non solo i calciatori stessi ma tutti coloro che sono quotidianamente attorno alla squadra“.