Serie B – Il Pordenone smuove la classifica: 2-2 col Livorno

PORDENONE – LIVORNO 2-2  (40′ Gavazzi, 53′ Bogdan, 67′ Marras, 83′ Chiaretti)

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Semenzato, Camporese, Barison, De Agostini; Misuraca (68′ Bocalon), Burrai, Gavazzi (43′ Mazzocco); Tremolada; Strizzolo, Ciurria. A disposizione: Bindi, Stefani, Vogliacco, Chiaretti, Pasa, Gasbarro, Bassoli, Candellone, Almici, Zammarini. Allenatore: Tesser

LIVORNO (3-5-2): Plizzari; Boben (46′ Delprato), Silvestre, Bogdan; Murilo (75′ Seck), Luci, Agazzi, Rizzo (57′ Rocca), Porcino; Marras, Braken. A disposizione: Ricci, Zima, Marie-Sainte, Morelli, Brignola, Trovato, Ferrari, Awua, Agardius. Allenatore: Breda

Arbitro Marini di Roma 1, assistenti Lombardo di Cinisello Balsamo e Saccenti di Modena. Quarto uomo Marcenaro di Genova.

NOTE: angoli 4-4. Al 30′ espulso il preparatore atletico Tito (P) per proteste. Ammoniti Camporese, Rizzo, Ciurria, Marras, Mazzocco, Rocca, Semenzato. Recupero: 1′ pt, 5′ st. Spettatori 2.818 (di cui 1.468 abbonati) per un incasso di 20.779 euro.

Pareggio interno per 2-2 per il Pordenone contro il Livorno. Questo il commento del tecnico neroverdo Attilio Tesser dopo il match: “Siamo una squadra che ha un’influenza ma che è in via di guarigione. Il punto muove leggermente la classifica, abbiamo avuto le nostre occasioni. Siamo partiti con il freno a mano tirato, non siamo sciolti come dovremmo essere. Nel primo tempo c’erano molti spazi e dovevano essere sfruttati meglio. Potevamo andare sul 2-0 a inizio ripresa e invece ci siamo trovati sotto 2-1. Siamo stati molto bravi a reagire. Non eravamo una squadra sorprendente prima come non siamo una cattiva squadra adesso. Siamo una squadra che attraversa dei momenti, come tutte, e che deve tornare a giocare come sa. Tremolada? E’ un giocatore importante, di qualità, che non giocava da tanto e che dobbiamo imparare a trovare meglio tra le linee. Ci darà una grossa mano.”

Queste, invece, le parole di Davide Gavazzi, uscito anzitempo per infortunio: “Ho sentito pizzicare e ho subito avvisato la panchina per il cambio. Lunedì faremo degli esami e scopriremo meglio cos’ho. Abbiamo dimostrato grande carattere, non è facile riuscire a raddrizzare una partita del genere. È stata una reazione importante. L’umore in spogliatoio è alto: è un momento un po’ così, ma le ultime due prestazioni sono state decisamente migliori di quella col Pescara. L’unica medicina è il lavoro e la tranquillità.