Tudor: “Ho visto la giusta intensità. Adesso testa all’Inter”

La furia dell’Atalanta ha potuto ben poco per 80 minuti, al cospetto della compattezza e dell’attenzione tanto auspicate da mister Tudor alla vigilia per la sua Udinese.

C’è voluto un calcio di rigore assegnato dall’arbitro triestino Giacomelli al 36’ del secondo tempo per un pestone di Sandro sul piede di Masiello per fare in modo che i nerazzurri potessero aver ragione della difesa friulana. In precedenza un limpido palo di De Paul aveva invece messo i brividi alla retroguardia bianconera.

Soddisfatto della prestazione dei suoi il tecnico bianconero Igor Tudor: “Non si è mai contenti quando si perde però io ho fatto i complimenti ai miei ragazzi. Abbiamo giocato la partita come l’avevamo preparata, con intensità e voglia di fargli male. Loro ci hanno messo in difficoltà come giusto che sia visto che sono una grande squadra. Io sono fiducioso, ho detto ai ragazzi che se giocheremo con questa intensità, con questo approccio salvarsi non è un problema. Sapevo sarebbe stato difficile perchè su dieci gare cinque erano molto difficili. Siamo riusciti ad alzare l’intensità di gioco, dobbiamo proseguire così e preparare la gara con l’Inter di sabato“. Sul futuro: “Prepariamoci per la gara con l’Inter poi quello che succede succede“.