Udinese, col Celje finisce con un pari senza reti

Foto Petrussi

UDINESE – NK CELJE 0-0

UDINESE – Musso (16′ st Nicolas), Ter Avest, Samir, Behrami (24′ st Vasko), Nuytinck, Fofana (36′ st Coulibaly), Pussetto (12′ st Micin), Balic (1′ st Pontisso), Teodorczyk, De Paul (1′ st D’Alessandro), Lasagna (19′ st Mallè). All. Velazquez

NK CELJE – Rozman, Andrejasic (22′ st Brecl), Dzinic, Zaletel (22′ st Flis), Travner, Pungarsek (15′ st Benedicic), Lotric, Ibisevic (31′ st Straus D.), Cvek, Novak (31′ st Koritnik), Pecnik (10′ st Kerin). All. Kosic

Ammonito: Cvek (42′ pt)

Arbitro: Giacomelli

LA CRONACA – Amichevole internazionale a Gradisca per i bianconeri che affrontano il Nogometni Klub Celje allenato da Dusan Kosic. La formazione slovena milita nella massima serie ed è una delle tre società a non essere mai state retrocesse in Druga slovenska nogometna liga, seconda divisione del campionato sloveno.

Buona risposta di pubblico al Gino Colaussi di Gradisca con applausi ai frequenti interventi in panchina di Mister Julio Velazquez. Il risultato finale nonostante le diverse occasioni create in fase offensiva rimane bloccato fino al triplice fischio sullo 0-0.

Partita iniziata da pochi minuti ed è subito l’Udinese a rendersi pericolosa. All’ 8’ Pussetto dalla destra mette un cross al bacio per Teodorczyk che lasciato libero in mezzo all’area non ne approfitta. Al 18’ primo intervento di Juan Musso che fa suo un tiro potente ma centrale direttamente da punizione dalla lunghissima distanza.

Al 25’ si scalda l’incontro grazie al calcio d’angolo dalla destra di De Paul e allo stacco imperioso di Teodorczyk che di testa indirizza la palla verso la traversa a Rozman battuto. Prima frazione di gioco caratterizzata dalla pressione continua e dalle rapide ripartenze del Celje che lasciano poco spazio ai bianconeri per ragionare ed imbastire una manovra.

La ripresa comincia con il cambio di marcia dei bianconeri che fin dalle battute iniziali dettano il ritmo di gioco. Al 48’ minuto D’Alessandro che ha preso il posto di Rodrigo dopo un buono scambio con Lasagna viene steso in area e l’arbitro Giacomelli assegna il calcio di rigore. Kevin si presenta dal dischetto ma il suo sinistro rasoterra viene parato in tuffo dal portiere sloveno. Secondo tempo che vede molti errori in fase di disimpegno del NK Celje e diverse azioni pericolose in contropiede dei bianconeri che però non riescono a concretizzare.