Udinese, pari col Milan. Tudor: “Okaka ha cambiato la partita”

Buon pari per l’Udinese contro il Milan nel turno infrasettimanale di Serie A. Rossoneri avanti con Pjatek, ma ripresi nel secondo tempo da un contropiede bianconero finalizzato da Lasagna. Entusiasta il tecnio Igor Tudor.

Complimenti Mister, scossa non indifferente.
Sono contento, i ragazzi hanno fatto veramente una grande gara, avremmo potuto prenderci anche i tre punti ma va bene così, questo pareggio ci dà coraggio per le prossime partite.
Mister ha pensato di poter vincere?
Durante l’intervallo ho detto ai ragazzi “dobbiamo crederci”, non dobbiamo andare in campo solo per far perdere tempo agli avversari, se non ci credi il gol non lo fai. Okaka è un giocatore straordinario, con la sua entrata in campo la partita è cambiata. Lasagna ha giocato meglio grazie a Stefano, così come Pussetto che si è potuto spostare più avanti facendo un gioco più aggressivo. Anche Rodrigo De Paul e Fofana hanno fatto cose importanti, hanno una grande capacità di inserirsi. Sono soddisfatto, a conti fatti abbiamo fatto due partite e abbiamo avuto tre giorni per allenarci e fare quello che normalmente si farebbe in due/tre settimane. È difficile dare un’identità di gioco in così poco tempo. La squadra ha dato tutto, faccio i complimenti ai ragazzi, sono stati davvero bravi. 
Nel secondo tempo è passato alla difesa a 4?
Alla fine del secondo tempo, siccome il Milan pressava, ci siamo messi tutti in difesa, anche Okaka. Ho dato ordine di prendere tutti i cross che arrivavano e lui si è messo nella nostra area di rigore e ha fatto quello che doveva con grande umiltà, è stato davvero molto bravo.

Questo pareggio serve per arrivare al meglio alla partita con l’Empoli?
Ora abbiamo quattro giorni per lavorare bene, ma anche per riposare e arrivare con la giusta testa. Giocheremo in casa, con il nostro tifo e vogliamo tutti la stessa cosa: fare una buona gara e prendere i tre punti. 
Oggi De Paul ha fatto una delle sue migliori prestazioni, qual è il suo ruolo migliore secondo lei?
Bella domanda, se lo chiedessimo a Rodrigo stesso anche lui risponderebbe così! Ciò che conta è che è davvero forte, se lo usi come mezzala ti dà qualità, se lo metti più avanti risolve la partita perché è più vicino al gol: ovunque lo si metta fa la differenza, ha la mentalità da vincente.
Infine ci tengo a dire una parola anche su Valon: speriamo che l’infortunio non sia troppo grave e che possa tornare presto, è una persona e un giocatore fondamentale.