La Triestina batte 2-0 in amichevole il Gorica

ND GORICA – U.S. TRIESTINA CALCIO 1918  0-2 (47′ Di Massimo, 63′ Granoche rig.)

ND GORICA: Marijanovic, Aliaga, Itrak, Jermol, Kavcic T., Tomicek, Palik, Nkama, Begic, Asante, Smajlagic.  A disposizione: Likar, Kacinari, Kavcic M., Hodzic, Bardanca.  Entrati nella ripresa: Marinic, Oyewusi, Grudina, Baruca.  All. Borivoje

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-3): Valentini; Natalucci (83′ Loschiavo), Tartaglia (46′ Lambrughi), Ligi, Struna (70′ Brivio); Steffè (65′ Rizzo), Giorico (65′ Lodi), Maracchi (72′ Cavaliere); Petrella (70′ Sarno), Granoche (70′ Gomez), Di Massimo (65′ Procaccio).  A disposizione: Offredi, Rossi, Matosevic.  All. Carmine Gautieri

NOTE: Pomeriggio caldo, terreno in buone condizioni.

Nella prima di due amichevoli consecutive contro compagini di Serie A slovena, l’Unione affronta a Nova Gorica i padroni di casa, cercando di mettere preziosi minuti nelle gambe a una settimana dal primo impegno ufficiale della stagione, in Coppa Italia a Potenza.

Subito Unione attiva al 2′, inserimento di Maracchi sulla sinistra e tocco dentro per Granoche, spizzata di testa bloccata agevolmente da Marijanovic. Al 7′ ancora Triestina a provarci, il tentativo è di Steffè col destro dai venti metri, la sfera si perde di poco a lato. Bella incursione dei padroni di casa al 9′, Begic da sinistra tagliato per l’incornata di Smajlagic, pallone di poco alto con Valentini sulla traiettoria. Una ventina di minuti senza spunti di rilievo, poi a cavallo della mezz’ora Petrella si rende tre volte pericoloso. Prima con un mancino di poco a lato, poi con una punizione deviata con bravura da Marijanovic, quindi reclamando un penalty parso abbastanza solare. Non ci sono altri episodi degni di menzione e si va al riposo sullo 0-0 di partenza.

Alabardati con Lambrughi per Tartaglia in avvio di ripresa e capaci di trovare dopo 2′ il vantaggio, gran palla dentro di Petrella per il taglio di Di Massimo, che col destro di freddezza la chiude nell’angolino basso. Al 4′ cambio campo panoramico di Lambrughi, Petrella controlla splendidamente in corsa entrando in area ma da posizione defilata spedisce a lato col mancino. Superato di poco il quarto d’ora ancora coppa Di Massimo-Petrella ispirata, uno-due rapido a liberare Petrella nel cuore dell’area, scivolata di un difensore giudicata da rigore con Granoche che aprendo il piattone destro insacca all’angolo basso lo 0-2. A cavallo di metà frazione massiccia rotazione in casa alabardata, entrano infatti Lodi, Rizzo, Procaccio, Brivio, Sarno e Gomez ai quali si aggiunge anche Cavaliere, dentro per Maracchi a 18′ dal termine. Gran riflesso di Valentini alla mezz’ora, su una punizione di Baruca deviata dalla barriera mettendo in controtempo l’estremo alabardato. Negli ultimi istanti di gara un decisivo salvataggio in scivolata della difesa di casa nega a Gomez un comodo tap-in da due passi, il triplice fischio sancisce il successo dell’Unione nel primo dei due test consecutivi contro squadre della massima serie slovena. Domani, sempre alle 17 ma stavolta davanti al pubblico del “Rocco”, sarà la volta del Tabor Sezana.