Pari del Pordenone contro l’Entella. Tesser: “Molto concentrati”

Virtus Entella-Pordenone 0-0

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Massolo; Migliorelli, Chiosa, De Santis, Cleur; Icardi (26′ st Brunozzi), Ardizzone (16′ st Crialese), Eramo; Iocolano (16′ st Di Cosmo); De Luca, Mancosu (41′ st Petrovic). A disp.: Paroni, Gragnoli, Belli, Mota Carvalho, Caturano, Baroni, Vianni, De Rigo. All. Boscaglia.

PORDENONE (4-3-1-2): Bindi; Semenzato, Stefani, Bassoli, De Agostini (6′ st Frabotta); Misuraca (38′ st Damian), Burrai, Bombagi (21′ st Zammarini); Gavazzi (21′ st Magnaghi); Ciurria, Candellone (38′ st Rover). A disp.: Meneghetti, Berrettoni, Vogliacco, Florio, Cotali. All. Tesser.

ARBITRO: Curti di Milano. Assistenti: Cataldo di Bergamo e Lattanzi di Milano.
NOTE: ammoniti Migliorelli, Iocolano e Burrai. Angoli 2-6. Recupero: pt 2′; st 5′.

Pari del Pordenone nella trasferta sul campo della Virtus Entella. Queste le parole di Attilio Tesser: “È stata una partita combattuta. Noi abbiamo fatto meglio nel primo tempo, nel secondo sono usciti loro. Abbiamo avuto 3-4 occasioni clamorose, peccato. Abbiamo mantenuto l’imbattibilità esterna, abbiamo perso solo a Pescara ai calci di rigore. Adesso testa alla Juve Stabia, arriva una squadra forte e ci teniamo a fare bene. Tra 15 giorni torniamo in campo, la cosa più complicata sarà mantenere la concentrazione. Abbiamo dimostrato di voler fare bene anche in questa competizione e si è visto in campo“.

Queste, invece, le parole di Alessandro Bassoli: “È un punto che ci sta stretto, abbiamo creato molto. Possiamo essere comunque contenti, sia per l’imbattibilità esterna mantenuta, sia per aver tenuto la porta inviolata. Sono contento di essere tornato al fianco di capitan Stefani, non succedeva da un po’. Mi trovo bene con tutti, con Mirko, con Barison e con Vogliacco. Noi prepariamo ogni gara nel migliore dei modi, non siamo in vacanza e crediamo di averlo dimostrato. Vogliamo conquistare la supercoppa: è già una stagione straordinaria, questo trofeo sarebbe la ciliegina sulla torta. Vincere aiuta a vincere. Sabato 25 solleveremo sicuramente una coppa, a questo punto speriamo di alzarne anche un’altra“.