Pordenone, pari con allungo in classifica. Lovisa: “Grande orgoglio”

Pordenone-FeralpiSalò 2-2  (28′ pt Barison; 22′ st Guerra, 27′ Legati, 38′ Dametto (aut.).

PORDENONE (4-3-1-2): Bindi; Semenzato, Stefani, Barison, De Agostini; Misuraca (23′ st Gavazzi), Burrai, Bombagi; Berrettoni (14′ st Magnaghi); Ciurria (30′ st Germinale), Candellone. A disp.: Lonoce, Meneghetti, Damian, De Anna, Bertoli, Cotroneo, Florio, Bassoli, Cotali. All.: Tesser.

FERALPISALÒ (3-5-2): De Lucia; Tantardini, Legati, Marchi P.; Vita, Scarsella (19′ st Marchi M.), Pesce, Magnino, Parodi; Ferretti (34′ st Dametto), Caracciolo (24′ pt Guerra). A disp.: Livieri, Mordini, Ambro, Corsinelli,  Martin, Canini, Hergheligiu, Moraschi, Miceli. All.: Toscano.

ARBITRO: Meleleo di Casarano. Assistenti: Nuzzi di Valdarno e Berti di Prato.

NOTE: ammoniti Scarsella, Guerra. Angoli 1-6. Recupero: pt 3′; st 4′. Spettatori 1.850, incasso 14.523 euro.

Pareggio che vale il titolo di campione d’inverno per il Pordenone nella sfida di Santo Stefano contro la FeralpiSalò: 2-2 il risultato finale con Barison che porta in vantaggio i Ramarri, poi raggiunti e superati dalle reti di Guerra e Legati. Nel finale autorete di Dametto su conclusione di Magnaghi che ristabilisce l’equilibrio.

Ecco le parole del presidente Mauro Lovisa: “Dobbiamo essere tutti orgogliosi di quanto fatto da questa squadra nel girone d’andata. Oggi ho visto un grande carattere, credo che questo gruppo ci darà grandissime soddisfazioni. Siamo molto contenti, soprattutto per l’atteggiamento messo in campo. Sono contento anche per la risposta del pubblico, delle presenze di oggi, e della risposta del territorio, con sempre più persone e realtà che si avvicinano al Pordenone Calcio. Non esistono partite facili: ogni squadra è ben attrezzata, e serve determinazione per fare risultato, giornata dopo giornata. Il nostro girone d’andata merita un bel 9“.

Questo il commento di mister Attilio Tesser: “Abbiamo avuto 5 minuti un po’ sfortunati in una partita che abbiamo controllato. Siamo davanti non per caso ma per un grande spirito combattivo di questi ragazzi. Spiace aver preso gol nel nostro momento migliore, ma sono cose che fanno parte di questo gioco. Eravamo alla ricerca del raddoppio, siamo andati sotto e siamo riusciti a raddrizzarla. È sempre un campionato molto difficile. La classifica dice che siamo stati la squadra più forte del girone d’andata. È sintomo di grande continuità, ho un gruppo vero, con grande carattere e temperamento. Adesso testa al Fano. Pochi giorni per recuperare, ci sarà un po’ di turnover. Loro oggi hanno vinto a Trieste, ci aspetta un’altra battaglia”.

A segno anche Alberto Barison: “Alla fine abbiamo guadagnato un buon punto contro una squadra molto forte. Contento per il terzo gol in campionato, grazie ad un altro grande assist di Burrai. Fino ad oggi abbiamo fatto un buon campionato, abbiamo acquisito una grande mentalità e di sicuro siamo un grande gruppo. Diamo tutto durante gli allenamenti, seguiamo mister e società, e il morale rimane alto. Sono contento di come sta andando, a livello personale. Società, mister e squadra mi hanno aiutato molto a inserirmi e devo ringraziare davvero tutti quanti. Il gol lo dedico a mia mamma, che ha compiuto da poco gli anni“.