Pordenone, un finale di agosto ricco di colpi di mercato

Il Pordenone ha ingaggiato il centrocampista Filippo Damian. Il calciatore, classe ’96, si trasferisce in neroverde dalla Robur Siena con la formula del prestito, sino a giugno 2019. Damian, impiegabile sia da centrale che da interno di sinistra, nella scorsa stagione è stato protagonista con il Siena: ha totalizzato 34 presenze, compresa la finale playoff. In precedenza ha vestito le maglie di Como e Chievo Verona (giovanili).

In entrata a titolo definitivo dall’Ascoli il difensore Filippo Florio. Il calciatore classe ’96 ha firmato un contratto annuale, con scadenza giugno 2019. Florio, laterale destro di difesa, ma impiegabile anche a centrocampo, conta 67 presenze tra i professionisti. Ha vestito le maglie di Ascoli, Santarcangelo, Lucchese, Rimini, Ischia e Torino (giovanili).

Per l’attacco il nome nuovo è quello dell’ex Fano, Domenico Germinale. Il calciatore classe ’87 ha firmato un contratto annuale, con scadenza giugno 2019. Germinale nello scorso campionato ha realizzato 9 reti con la maglia del Fano, che vestiva dal gennaio 2017. In precedenza ha giocato con Padova, Bassano, Spal, Alessandria, Catanzaro, Benevento, Albinoleffe, Como, Foggia, Cittadella, Pizzighettone e Inter (giovanili, con esordio in A il 14 maggio 2006).

In uscita, invece, il centrocampista Luca Lulli, passato al Fano, l’attaccate Federico Gerardi, e il difensore Leonardo Nunzella. Due giovani ramarri sono infine passati a due squadre di Serie A: si tratta del centrocampista Alessandro Lovisa, andato al Napoli, e del difensore Alessandro Peressutti, passato al Cagliari.