Serie C – La Triestina batte per 2-1 il Gubbio

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – A.S. GUBBIO 1910 2-1 (11′ Giorico, 28′ Munoz, 36’st Granoche)

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918: Offredi; Scrugli, Codromaz, Malomo, Frascatore; Mensah, Giorico (85′ Steffè), Paulinho (67′ Maracchi), Procaccio (54′ Gatto); Costantino (54′ Ferretti), Granoche (85′ Gomez). A disp. Matosevic, Ermacora, Hidalgo, Beccaro, Vicaroni, Salata, De Luca. All. Massimo Pavanel

A.S. GUBBIO 1910: Ravaglia; Munoz (51′ Lakti), Konate, Bacchetti (14′ Maini), Filippini; Malaccari (67′ Bangu), El Hilali, Sbaffo; De Silvestro, Cesaretti (67′ Manconi), Tavernelli (67′ Battista). A disp. Zanellati, Meli, Cenciarelli, Zanoni, Conti, Ricci. All. Federico Guidi

ARBITRO: Cudini (Fermo) ASSISTENTI: Pompei Poentini (Pesaro) e Teodori (Fermo)

NOTE: Pomeriggio caldo e afoso, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Maini (Gu), Malomo (Ts) per gioco falloso, Granoche (Ts) per comportamento non regolamentare. Recupero: 2′ e 4′

SPETTATORI: 5041

Partenza arrembante dell’Unione anche se il primo tentativo verso la porta è dell’eugubino De Silvestro, mancino dal limite che si spegne a lato. La pressione alabardata è però costante e all’undicesimo è Giorico a portare avanti l’Unione, fulminando Ravaglia con un diagonale destro dopo aver rubato palla a Sbaffo in pressing alto appena fuori l’area di rigore umbra. Gli ospiti non stanno a guardare e al 21′ è ancora De Silvestro, di testa, a costringere Offredi a un grande tuffo alla propria destra per sventare la minaccia. Ospiti che raggiungono il pari al 28′, un retropassaggio errato di Malomo permette a Munoz di superare Offredi con un preciso pallonetto e realizzare l’1-1. Gran palla di Giorico al 33′ su punizione da destra per la risposta alabardata, Granoche finisce a terra complice una spinta in piena area e tocca il pallone con le mani, giallo da parte di Cudini. Ci riprova l’Unione con Procaccio al 37′, il suo destro a giro dall’interno dell’area a cercare il secondo palo termina però alto. Splendida palla rasoterra di Granoche da destra al 42′, la sfera attraversa tutta l’area piccola ma non trova deviazioni vincenti. Altra grande chance Unione al 44′, giocata di Mensah sulla destra e centro rasoterra, Procaccio anticipato all’ultimo istante a ridosso della linea di porta. Dopo 2′ di recupero si va al riposo in parità, il Gubbio si mostra compagine rognosa e abile a ripartire, alabardati dal canto loro puniti in modo fin troppo severo per quanto visto in campo.

Si riparte senza cambi (unica modifica forzata per gli ospiti il cambio Bacchetti – Maini al 14′) e con la Triestina che come da copione prova da subito a fare la partita. Poco prima del 10′ arrivano comunque due avvicendamenti nell’Unione, Procaccio e Costantino cedono infatti il posto a Gatto e Ferretti. Ripresa con poche emozioni, caldo asfissiante e ritmi che difficilmente riescono ad impennarsi. A cavallo di metà frazione l’Unione cerca forze fresche in mezzo al campo, con Maracchi che prende il posto di Paulinho. Al 71′ Triestina che torna pericolosa in avanti, Giorico dalla trequarti scodella centrale per Ferretti, il suo mancino di prima intenzione viene messo in angolo da Ravaglia, corner poi senza esito. A un quarto d’ora dal termine ci prova Ferretti su punizione, Ravaglia è miracoloso e la toglie dall’angolino, deviando poi in corner anche il successivo tiro cross di Giorico.

Il Gubbio e il grande caldo sono nemici ostici da superare ma la pressione c’è e si concretizza a 9′ dal termine, grande giocata sulla destra di Mensah e cross al centro, Gatto sul disturbo di un difensore va a vuoto ma c’è Granoche, che con un potente destro sotto la traversa fa esplodere il “Rocco”. Nel finale il Gubbio non ne ha più e la Triestina va vicina nel recupero al tris, alla fine però il risultato non cambia. L’Unione deve sudare non solo per il caldo, ma con il morso del solito intramontabile Pablo Granoche conquista i primi tre punti di questo nuovo campionato.