Triestina: contro il Gubbio termina 1-1 in rimonta

A.S. GUBBIO – U.S. TRIESTINA CALCIO 1-1 (Casiraghi 55’, Mensah 69’)

A.S. GUBBIO (3-5-2): Volpe; Dierna (87’ Ciccone), Burzigotti, Piccinni; Kalombo, Valagussa (87’ Giacomarro), Ricci, Malaccari, Pedrelli; Casiraghi (62’ Jallow), Marchi.  A disp: Battaiola, Lo Porto, Paolelli, Bazzoffia, Fontanesi, Cazzola, Bergamini, Sampietro, Libertazzi.  All. Alessandro Sandreani

U.S. TRIESTINA CALCIO (4-3-3): Boccanera; Libutti, Codromaz, Lambrughi, Pizzul; Porcari (75’ Acquadro), Coletti, Bracaletti (90’ Finazzi); Mensah, Arma, Pozzebon (61’ Petrella).  A disp: Puccini, El Hasni, Aquaro, Maesano, Meduri, Troiani.  All. Nicola Princivalli

ARBITRO: Nicolò Cipriani (Empoli)  ASSISTENTI: Nuzzi (Valdarno) Rondino (Piacenza)

NOTE: Recupero 0’ e 4’. Ammoniti: Marchi (Gu) e Coletti (Ts) per reciproche scorrettezze, Valagussa, Burzigotti (Gu), Lambrughi (Ts) per gioco falloso, Acquadro, Mensah (Ts) per comportamento non regolamentare

LA CRONACA – I padroni di casa hanno oggi l’ultimo match casalingo del campionato e sin dalle prime battute cercano di creare grattacapi all’Unione sfruttando soprattutto la corsia di destra con la velocità di Kalombo., la Triestina dal canto suo tiene un atteggiamento attento e guardingo, cercando i varchi giusti per ripartire peccadno tuttavia in precisione in fase di uscita. La sfida è piuttosto bloccata con un fastidioso vento a condizionare le traiettorie e il Gubbio che ci prova con volontà ma senza grande qualità. L’Unione dal canto suo avanza col passare dei minuti il baricentro senza tuttavia trovare la necessaria fluidità una volta riconquistata palla, le occasioni così latitano e da registrare resta solo un tentativo alto di Porcari dai 25 metri al quarto d’ora. Dopo altri quindici minuti senza spunti di rilievo, il match si accende improvvisamente alla mezz’ora.

Prima la Triestina reclama (timidamente) un penalty per un atterramento di Burzigotti ai danni di Arma, dopo un assist dalla destra di Bracaletti che aveva recuperato palla in pressing. 2’ più tardi gran palla di Marchi dalla destra, Pedrelli arriva sul secondo palo con perfetto timing ma cicca col destro che non è il suo piede naturale. Capovolgimento di fronte e Bracaletti in tuffo di testa spedisce a lato di poco un cross di Porcari, autore di un bell’affondo lungo l’out di sinistra. Negli ultimi 10’ la partita si incattivisce e si accentua il gioco già spigoloso dei padroni di casa, occasioni degne di nota non ne arrivano e il naturale esito di tutto ciò è l’arrivo all’intervallo senza reti da ambo le parti.

Si ricomincia con gli stessi effettivi e con la Triestina che al 2’ confeziona una colossale palla gol. Pozzebon sfugge a Dierna sulla sinistra, gran pallone sul secondo palo con Arma che calcia potente a botta sicura, Volpe è prodigioso e d’istinto sventa il pericolo. All’ottavo Porcari mette un gran pallone dalla trequarti destra, Arma è solo all’altezza del dischetto ma il servizio del centrocampista è un pizzico troppo alto per l’attaccante e la chance sfuma. Al 10’ in pratica alla prima sortita offensiva, il Gubbio passa: cambio di campo da sinistra a destra, Kalombo tocca per Ricci che calcia senza pretese dal limite, Boccanera respinge corto e Casiraghi ribatte in gol, con Lambrughi che spazza via quando la sfera ha già varcato al linea. Al quarto d’ora il primo cambio alabardato, Petrella subentra a Pozzebon. Un minuto dopo è il Gubbio a togliere dal campo Casiraghi per inserire Jallow.

L’azione della Triestina avanza sensibilmente il proprio raggio e al 24’ arriva il pari ad opera di Mensah, lesto a mettere di potenza col destro sotto la traversa una palla vagante spizzata al limite dell’area da Rachid Arma. Il gol accentua il predominio alabardato con i padroni di casa che accusano un po’ il colpo dal punto di vista psicologico, si entra nell’ultimo quarto d’ora e l’Unione inserisce Acquadro per Porcari. A 3’ dal recupero il Gubbio toglie Dierna e Valagussa per inserire Giacomarro e Ciccone. Finazzi per Bracaletti è invece il cambio alabardato allo scoccare del  90’. Nei 4’ di recupero da segnalare una decisiva chiusura di Piccinni su cambio gioco di Mensah verso il liberissimo Petrella, la contesa si chiude sull’1-1 muovendo la classifica di entrambe ma non accontentandole del tutto visti gli altri risultati. Ad ogni modo il pari sta sicuramente meglio agli alabardati, non fosse altro per come si era messa la partita.