Triestina, pari con la Lazio. Gautieri: “Buona prova, sono fiducioso”

S.S. LAZIO – U.S. TRIESTINA CALCIO 1918  2-2 (3′ Acerbi, 40′ Gomez, 43′ Gomez, 60′ Parolo)

S.S. LAZIO (3-5-2): Strakosha; Armini (46′ Luiz Filipe), Acerbi (46′ Vavro), Radu (46′ Quissanga); Marusic (46′ Lazzari), Milinkovic (Parolo), Escalante (46′ Badelj), Luis Alberto (46′ Jony), Kiyine (46′ Lukaku); Immobile (46′ Anderson A.), Caicedo (46′ Anderson D.).  A disposizione: Adamonis, Alia, Falbo, Moro.  All. Simone Inzaghi

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-3): Offredi; Rapisarda (83′ Gatto), Tartaglia (83′ Codromaz), Lambrughi, Dubaz (62′ Natalucci); Rizzo (62′ Steffè), Lodi (83′ Cavaliere), Giorico (55′ Maracchi); Sarno (46′ Petrella), Gomez (46′ Granoche), Procaccio (55′ Di Massimo).  A disposizione: De Luca, Rossi, Loschiavo, De Min.  All. Carmine Gautieri

ARBITRO: Zago (Conegliano – TV)

NOTE: Pomeriggio con pioggia a tratti torrenziale, terreno di gioco pesantissimo ma in buone condizioni.

Buon pareggio per la Triestina alla prima uscita amichevole stagionale: l’Unione impatta 2-2 nel diluvio di Auronzo contro la Lazio. Queste le parole del tecnico Carmine Gautieri“Lavoriamo da dodici giorni ed è di fatto da domenica che è iniziata la preparazione vera e propria. La condizione fisica ci vede comprensibilmente un pochino appesantiti dai carichi di lavoro, ma la squadra ha giocato seguendo come avevamo preparato la gara, abbiamo fatto buone cose e l’impressione è quella giusta”.

I nuovi giocatori si sono inseriti subito molto bene, entrare in un gruppo amalgamato come questo non è difficile. Chiaramente adesso bisogna lavorare sotto il profilo tattico e tecnico, sicuramente ci vorrà un po’ di tempo per farla diventare una macchina giusta ma lavoriamo per questo”.

Ho la fortuna di avere una Società che mi sta mettendo a disposizione un gruppo importante, fatto di ottimi giocatori che mi permettono diverse soluzioni tattiche. E’ senza dubbio importante partire già dal ritiro con una certa idea, perché così i ragazzi possono capire non solo il discorso tecnico-tattico ma anche il modo di pensare dell’allenatore, stiamo facendo bene tutto questo e siamo nella direzione giusta. Oggi abbiamo fatto bene, giocato bene di fronte a una grande squadra come la Lazio. L’abbiamo preparata studiando il loro modo di giocare ed era normale che dovessimo esser pronti a difenderci. Credo che l’abbiamo fatto bene e quando avevamo la palla sapevamo cosa fare, creando anche qualche occasione importante per poterla vincere. Ci siamo difesi bene, abbiamo attaccato bene, segnando due gol con l’intenzione di farne altri. Dobbiamo essere contenti e fiduciosi ma coi piedi ben piantati a terra, sappiamo benissimo che questo “calcio d’agosto” è completamente diverso da quello che giocheremo tra poco meno di un mese, il risultato di oggi è comunque indubbiamente una soddisfazione per questo gruppo e per la Società”.

I giovani in campo oggi? Siamo sicuramente molto soddisfatti di come stanno lavorando e di quello che ci stanno dando, le liste a 22 in questo senso sono decisamente penalizzanti e ti pongono forzatamente di fronte a scelte anche dolorose, non permettendoti di poterne promuovere un buon numero. Aspettiamo ancora un paio di settimane, magari qualcosa a livello di regole potrà cambiare e a quel punto saremo ben contenti di promuovere in prima squadra alcuni di questi ragazzi che tanto bene stanno facendo”, conclude il tecnico.