Triestina, pari in amichevole col Tabor Sezana. Gautieri: “Buona reazione”

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – NK TABOR SEZANA  1-1 (46′ Agnoletti, 51′ Gomez)

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-3): Offredi; Rapisarda (84′ Struna), Tartaglia (68′ Ligi), Lambrughi, Brivio; Rizzo, Lodi, Giorico (46′ Di Massimo); Sarno (74′ Petrella), Gomez (76′ Granoche), Procaccio (84′ Maracchi).  A disposizione: Rossi, Valentini, Natalucci, Loschiavo, Steffè, Cavaliere.  All. Carmine Gautieri

NK TABOR SEZANA (3-4-3): Koprivec (46′ Rener); Ristic (46′ Briski), Nemanic (46′ Hlad), Zebic (46′ Rauter); Mihaljevic (46′ Stancic), Doukoure (46′ Sever), Krivicic (32′ Specogna, 60′ Vukelic), Salkic (46′ Aliaj); Stankovic (46′ Agnoletti), Rovas (46′ Stare), Aldair Djalò (46′ Ndzengue, 76′ Stankovic).  All. Goran Stankovic

ARBITRO: Marangone (Udine)  ASSISTENTI: Della Mea (Udine) Milillo (Udine)

NOTE: Pomeriggio variabile e molto ventilato, terreno di gioco in ottime condizioni.

Dopo il vittorioso test di Nova Gorica, nuova amichevole contro una squadra di Serie A slovena per la Triestina, di scena al “Rocco” contro il Tabor Sezana, compagine protagonista di un grande avvio di stagione e in lotta per le posizioni di vertice. Termina 1-1 con reti di Agnoletti per gli sloveni e di Gomez per i giuliani.

Questo il commento a caldo di Carmine Gautieri“Abbiamo affrontato una squadra molto organizzata creando tantissimo e sbagliando anche molto in fase conclusiva ma sono soddisfatto, il bilancio è positivo. Molto positivo l’aver reagito subito a un gol preso a freddo, c’è da dire che veniamo da un’altra partita giocata ieri e nella quale sono stati impiegati diversi giocatori schierati oggi, c’è stato quindi molto dispendio fisico e mentale. Abbiamo tenuto fino alla fine e siamo molto contenti, è normale però che dobbiamo migliorare tanto negli ultimi sedici metri perché ci arriviamo piuttosto bene, dobbiamo essere più incisivi”.

Siamo arrivati tante volte davanti al portiere, tante volte negli ultimi dieci-dodici metri, dobbiamo quindi essere più bravi e cattivi nel finalizzare anche se ora come ora la cosa più importante è di riuscire a crearne tante, di queste situazioni. Ai ragazzi lo ripeto sempre e lo sanno, che tante occasioni non possono sempre capitare, continuiamo a lavorare per migliorare anche sotto questo aspetto. Procaccio bene da mezz’ala nella ripresa? Andrea è un giocatore di grande qualità ed intelligenza, adatto tra le linee e che per me dalla trequarti in su può fare tutti i ruoli. Ha peraltro ancora ampi margini di miglioramento, deve capire determinate situazioni ma è un elemento giusto per qualsiasi sistema quando si gioca in avanti”.