Consiglio e cena sociale Libertas. Numeri in continua crescita

Ha voluto festeggiare la fine di un anno straordinario con una cena di gala il presidente provinciale Libertas di Pordenone Ivo Neri, che ha annunciato ufficialmente i numeri in continua crescita.

Nell’ultimo anno si sono infatti iscritte all’ente di promozione sportiva 13 nuove associazioni, per un totale di 115 società con oltre 12.000 tesserati nella sola provincia. Esorbitante anche il numero di manifestazioni organizzate, 107, che ha visto la partecipazione di ben 11.755 atleti, solo fra quelli Libertas.

Non stupisce dunque che il numero di corsi organizzati in totale ammonti a 226, e che 4.145 siano gli atleti seguiti. Per quanto riguarda invece la formazione di dirigenti e tecnici, la scuola territoriale che fa capo al Centro Provinciale ha formato 20 operatori di disciplina ed ha rilasciato la bellezza 38 brevetti per BLS-D per l’utilizzo del defibrillatore.

In mondo associativo in continua evoluzione, il centro provinciale, in collaborazione con la Libertas Servizi FVG ha allestito ben 5 convegni. L’attualità e l’importanza degli argomenti trattati ha portato ben 323 partecipanti di 188 associazioni, anche provenienti da fuori provincia e, in taluni casi, ancora non iscritti all’ente.

Era presente anche l’assessore allo sport del comune di Pordenone Walter De Bortoli. Ha rinnovato così la vicinanza dell’amministrazione comunale ad un ente che offre servizi di qualità alla comunità e si impegna nel sociale ancor prima che per i risultati agonistici, che comunque sono raggiunti puntualmente. Il consigliere nazionale Libertas Edoardo Muzzin ha ricordato che Pordenone, a livello nazionale, è la provincia con più tesserati in proporzione al numero di abitanti. Inoltre, Lorenzo Cella, responsabile della Libertas Servizi FVG, ha sottolineato che anche in regione il centro provinciale può vantare la sua preminenza, grazie anche alla calda risposta delle associazioni alle manifestazioni proposte.

Alla serata c’era anche l’Accademia Tecnici Libertas al completo, che ha rinnovato l’impegno ad organizzare nuovamente la 48 ore in Liberta’s, che coinvolgerà tutti i cittadini in una maratona di 48 ore di sport continuativi. Saranno inoltre portate avanti nuove iniziative di stampo culturale e ambientalistico; perché lo sport è innanzitutto rispetto, delle persone, ma anche delle istituzioni, dei beni pubblici e della natura.