Almanacco Sportivo: accadde il 10 settembre

Abebe Bikila
Abebe Bikila

Il 10 settembre 1960 Abebe Bikila diventa celebre per aver vinto la maratona olimpica scalzo, in occasione dei Giochi Olimpici di Roma.

Nell’occasione il sergente della guardia del Negus etiope non gode certo dei favori dei pronostici, e, più per necessità che per decisione personale, corre senza utilizzare le scarpe. A due chilometri dalla fine della corsa guadagna la testa della gara e taglia per primo il traguardo, posto sotto l’arco di Costantino.

Sconosciuto, dal fisico mingherlino, stabilisce anche il nuovo record olimpico e mondiale con il tempo di 2h15’16″2. Quattro anni dopo, a Tokyo, si conferma campione olimpionico. È un esempio di una prestazione sportiva di altissimo livello, lontana anni luce da quelle del terzo millennio (studiate e preparate nei minimi particolari, dall’abbigliamento alle… scarpe). E dopo tanti anni il primato mondiale, sulla distanza dei 42,195 km, è sceso solo a 2h03’23”.