Keigo Higashino – Sotto il sole di mezzanotte – Giunti

QUARTA DI COPERTINA – In un edificio abbandonato viene ritrovato il corpo di Yosuke Kirihara, rispettabile proprietario di un banco di pegni. L’ispettore Sasagaki inizia le indagini, interroga i famigliari e i clienti del negozio. Stranamente le reazioni della moglie e del figlio, Ryo, sono contenute, fredde, cerebrali. L’ultima persona ad averlo visto è una donna, probabilmente la sua amante, che vive da sola con la figlia, Yukiho. I sospetti in un primo momento ricadono sulla donna e sull’uomo che frequenta, ma entrambi muoiono in circostanze poco chiare.

Il caso viene archiviato e gli anni passano. Yukiho, adottata da una zia, eccelle a scuola, è brillante e di una bellezza mozzafiato. Nulla sembra fermare la sua ascesa sociale, anche se dietro la facciata impeccabile sembra nascondere qualcosa. Ryo, invece, è diventato ancora più cupo e impenetrabile, vive ai margini della società arricchendosi con traffici illegali, sovvenzionati dalla Yakuza. Mentre i due giovani sembrano essersi rifatti una vita, il caso Kirihara continua ad ossessionare l’ispettore Sasagaki, che molti anni dopo cercherà di riaprire le indagini.