Le Belle di Tremila Sport – Le linee sinuose di Jennifer Mazza

La modella emiliana, studentessa di Scienze giuridiche, pensa a un futuro nei tribunali ma anche ad un passo in avanti nel campo della moda

Le linee sinuose e le forme generose del suo corpo riportano alla memoria quelle della Serena Grandi degli anni Ottanta o della Gradisca celebrata da Federico Fellini nel suo Amarcord, emiliane come Jennifer Mazza, ventunenne modella reggiana prossima alla laurea in Scienze giuridiche all’ateneo di Modena, qui ritratta in tutto il suo splendore.

Di maturità fisica precoce, a soli 15 anni, lei racconta, fu contattata sui social da un fotografo che vide in lei l’immagine ideale per le sue prime esperienze artistiche, chiedendole la disponibilità a posare: “Accettai, sentendomi all’inizio molto agitata sul set, poi piano piano mi misi a mio agio. Un esordio che mi lasciò molto soddisfatta”. Richieste che in seguito le giunsero a pioggia da altri fotografi, non escluso il friulano Elido Turco, autore di alcune di queste immagini che portano alla ragazza dorata del film Goldfinger: “Sono venuta di recente a Udine, accompagnata da mia madre, che mi ha aiutato nei preparativi di scena. Anche questa è stata un’esperienza originale ma niente nudo totale, mi sarei sentita a disagio”.

Si definisce riservata, Jennifer, pronta ad aprirsi però dopo l’approccio iniziale, in questo più friulana che emiliana, considerazione sulla quale lei sorride, raccontando poi le sue aspirazioni per il futuro: “Come modella non vorrei certo limitarmi agli shooting, sperando invece che questa attività mi porti a nuove esperienze, nel campo della moda, ad esempio. Per quanto riguarda lo studio, conseguito il titolo vorrei metterlo a frutto lavorando nei tribunali”.

Nel tempo libero di Jennifer ci sono la musica, i film di ogni genere, anche gli horror, e i viaggi: “Ricordo soprattutto quelli a Berlino e Strasburgo in gita scolastica e un’estate alla grande a Ibiza, ma è Parigi la città che più mi è rimasta dentro”. Allo sport, invece, si dichiara affatto interessata: “Mi piace il Milan, ma solo perché è la squadra del cuore di mio padre. Per il resto nessun entusiasmo”. (E.F.)