Leonardo Gori – Non è tempo di morire – Tea

LA TRAMA – Per arrivare in piazza Fontana, con l’auto di servizio, ci misero dieci minuti. Il vicequestore Bianchi fermò la macchina quasi davanti alla Banca Nazionale dell’Agricoltura. Arcieri e i due poliziotti, stretti nei loro impermeabili chiari, passarono davanti a due guardie e superarono ciò che restava della porta d’ingresso. Entrarono nella grande sala circolare, teatro della carneficina. Arcieri avvertì come prima cosa l’odore: calcinaccio e legno bruciato, misto a qualcosa che sapeva di morte. Ripensò, inevitabilmente, alle immagini di guerra: gli scavi nelle macerie dei palazzi abbattuti dalle bombe, le voragini nelle strade.

L’AUTORE – Leonardo Gori è autore del ciclo di romanzi di Bruno Arcieri: prima capitano dei Carabinieri nell’Italia degli anni Trenta, poi ufficiale dei Servizi segreti nella seconda guerra mondiale e infine inquieto senior citizen negli anni Sessanta del Novecento. Il primo romanzo della serie è Nero di maggio, ambientato a Firenze nel 1938, cui sono seguiti Il passaggio, La finale, L’angelo del fango (Premio Scerbanenco 2005), Musica nera, Lo specchio nero e Il fiore d’oro, gli ultimi due scritti con Franco Cardini.