Noemi Rigutto, dall’altra parte dell’obiettivo

Tra i progetti di Noemi Rigutto, modella originaria di Sequals, quello di diventare fotografa dopo essere stata lei stessa protagonista di immagini di bellezza

Offerte le splendide linee del proprio corpo agli obiettivi fotografici, ora Noemi Rigutto, ventitreenne modella originaria di Sequals, patria del mitico Primo Carnera, sogna di piazzarsi dall’altra parte della macchina per riprendere a sua volta immagini di moda, di viaggio e in generale di quanto le propone la vita. “Diventare fotografa è una delle mie aspettative – conferma la ragazza – , insieme a quella di mettere su famiglia e stabilirmi in un posto dopo aver viaggiato e conosciuto il mondo”.

Ha in sé una vena artistica, Noemi, che si definisce per questo anche un po’ “crazy”: “Amo la pittura, soprattutto quella ad acquarello e a olio, e conto di realizzare prossimamente un quadro da dedicare ai miei nonni per il loro cinquantesimo anniversario di matrimonio – rivela – . Tra i miei sogni di bambina c’era anche quello di diventare veterinaria, poi col tempo ho cambiato idea ma amo comunque moltissimo gli animali: ho due cani che istruirò, quando cresceranno un po’, per le gare di agility e in compagnia dei quali ora faccio lunghe passeggiate nella natura”.

Coglie l’attimo, Noemi, facendo tesoro di ogni esperienza, e tra queste, appunto, quella di modella: “Quando avevo 18 anni un fotografo mi notò, con la mia acconciatura rasta, e mi chiese se volessi posare – racconta – . In seguito altri mi contattarono ed io mi appassionai al nudo artistico, dopo aver fatto anche il body painting. Adesso mi sto impegnando appunto a imparare l’arte della fotografia, un po’ da autodidatta e un po’ frequentando dei corsi”. La dolcezza del suo viso e le intriganti forme del suo corpo ci vengono qui offerte dall’obiettivo di Elido Gigi Turco ed è sicuramente un bel vedere. Anche il lettore colga l’attimo. (E.F.)