Paulo Coelho – Hippie – La nave di Teseo

QUARTA DI COPERTINA – In Hippie, il suo romanzo più autobiografico fino ad oggi, Paulo Coelho ci riporta indietro nel tempo per rivivere il sogno di una generazione che desiderava la pace e ha osato sfidare l’ordine sociale stabilito: politica autoritaria, modi di comportamento conservatori, eccessivo consumismo, e una concentrazione squilibrata di ricchezza e potere. Dopo i “tre giorni di pace e musica” a Woodstock, il raduno del 1969 a Bethel, New York, che avrebbe cambiato il mondo per sempre, i paradisi hippie cominciarono ad emergere in tutto il mondo.

In questo periodo, Paulo è un giovane, magro brasiliano con un pizzetto e lunghi capelli che vuole diventare uno scrittore. Intraprende un viaggio alla ricerca della libertà e di un significato più profondo per la sua vita: prima con una ragazza, sul famoso “treno della morte in Bolivia”, poi in Perù e poi in autostop attraverso il Cile e l’Argentina. I suoi viaggi lo portano poi ad Amsterdam, dove Paulo incontra Karla, una donna olandese di circa 20 anni, che convince Paulo a unirsi a lei in un viaggio in Nepal, a bordo del Magic Bus che attraversa l’Europa e l’Asia centrale fino a Kathmandu. Si imbarcano a bordo con affascinanti compagni di viaggio, ognuno dei quali ha una storia da raccontare, e ognuno di loro subirà una trasformazione, vedendo mutare le proprie priorità ed i propri valori lungo la strada. Mentre viaggiano insieme, Paulo e Karla vivono la loro relazione, un risveglio a tutti i livelli che porta ognuno di loro a una scelta e una decisione che stabilisce il corso delle loro vite da allora in poi.