Abisso Udinese: bianconeri sconfitti anche dall’Inter

Foto Petrussi

UDINESE-INTER 0-4  (al 12’ Ranocchia, al 44’ Rafinha, al 46’ Icardi; nel secondo tempo al 26’ Borja Valero)

 UDINESE – Bizzarri, Stryger, Danilo, Samir, Widmer, Balic, Behrami (28’ s.t. Jankto), Fofana, Adnan, De Paul (6’ s.t. Barak), Lasagna (34’ s.t. Perica). All. Tudor. A disposizione: Scuffet, Borsellini, Zampano, Ingelsson, Nuytinck, M. Lopez, Pontisso, Hallfredsson, Pezzella
INTER – Handanovic, Cancelo, Skriniar, Ranocchia, Dalbert (24’ s.t. Santon), Borja Valero, Brozovic, Candreva (33’ s.t. Karamoh), Rafinha (38’ s.t. Eder), Perisic, Icardi. All. Spalletti. A disposizione: Padelli, Berni, L. Lopez, Miranda, Pinamonti
Note: espulso Fofana al 4’ s.t. per gioco pericoloso su Perisic
Ammoniti: Danilo
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo

LA CRONACA – l’Inter batte l’Udinese con il punteggio di 4-0 al termine di una partita nella quale i bianconeri sono riusciti solo a sprazzi a controbattere alle folate offensive ospiti.Inter costretta a rinunciare all’ultimo a Miranda, vittima di un infortunio muscolare nel riscaldamento prepartita, al suo posto gioca Ranocchia. Bianconeri in campo con la classica difesa a tre composta da Larsen, Danilo e Samir, centrocampo con Adnan, Fofana, Behrami, Widmer e Balic e infine De Paul a supporto del bomber Kevin Lasagna.

Prima occasione al 5’ di matrice interista: Danilo sventa un gol già fatto ribattendo di testa sulla linea di porta l’incornata di Perisic su suggerimento dalla destra di Cancelo da calcio di punizione battuto nei pressi della bandierina. Nuovamente Inter pericolosa tre minuti dopo con Cancelo che recupera un pallone non trattenuto da Balic, crossa basso in mezzo per Brozovic che la tocca, ma Bizzarri è attento e in tuffo sventa il pericolo.

Nerazzurri in vantaggio al 12’ su azione di calcio d’angolo calciato da Brozovic, Ranocchia appostato vicino al primo palo allunga di testa il pallone che va a sbattere sul palo più lontano prima di insaccarsi alle spalle di Bizzarri. Nuovo pericolo nelle retrovie al 17’ con Bizzarri costretto ad uscire fuori area per respingere con i piedi, Perisic ci prova al volo ma Danilo è presente ancora una volta per respingere sulla linea di porta.

Al 24’ occasione per l’Udinese con una bella ripartenza di Widmer dalla destra che crossa per la testa di Balic al quale per poco non riesce la deviazione in rete. Occasionissima per pareggiare al minuto 36: De Paul fa filtrare tra le linee un pallone d’oro per Kevin Lasagna che si ritrova a tu per tu con Handanovic, il portiere sloveno nella circostanza si supera respingendo con il piede la conclusione del numero 15. Riprende linfa l’Inter al 38’ su punizione dalla tre quarti calciato da Brozovic e che Bizzarri devia provvidenzialmente in calcio d’angolo con i pugni.

Ma l’Udinese è viva e due minuti dopo su percussione di Balic ben servito da Fofana va nuovamente vicinissima al pari, il direttore di gara però ferma tutto per una posizione di fuorigioco dell’attaccante croato. L’Inter perviene al raddoppio al 43’ su una ripartenza conclusa da Rafinha su tocco di Icardi: il brasiliano batte Bizzarri con un sinistro sul palo a lui più vicino. L’arbitro Mazzoleni assegna un minuto di recupero e in quei 60 secondi supplementari Icardi riesce a sfuggire alla marcatura di Danilo e a beffare Bizzarri segnado così il gol dello 0-3.

Udinese pericolosa nel primo minuto del secondo tempo: De Paul scappa sulla sinistra e crossa in mezzo per Lasagna la cui deviazione finisce fuori di poco. Un minuto dopo però l’Udinese rimane in dieci: entrata poco ortodossa di Fofana su Perisic sulla tre quarti ospiti, Mazzoleni decide di rivedere l’azione alla Var, dopodiché propende per l’espulsione diretta del centrocampista maliano.

Mister Tudor corre subito ai ripari inserendo Barak al posto di De Paul e due minuti dopo Udinese torna a farsi pericolosa con Lasagna che manda fuori di poco su prezioso suggerimento di Balic. L’Inter segna il quarto gol al 26’ al termine di un’azione prolungata sulla tre quarti e conclusa a rete da Borja Valero sul palo più in profondità, con lo spagnolo in sospetta posizione di fuori gioco.

Al 39’ Balic prova a segnare il gol della bandiera su calcio di punizione dal vertice destro dell’area ma la conclusione è alta seppur di poco. Traversa dell’Inter al 42’ con Karamoh lanciato in contropiede da Eder. Entrambi i giocatori erano entrati pochi minuti prima al posto rispettivamente di Candreva e Rafinha. È questa l’ultima occasione dell’incontro in quanto Mazzoleni fischia la fine al 90’ senza concedere minuti di recupero. (Fonte Udinese.it)