Buon pari esterno per l’Udinese: col Sassuolo finisce 0-0

SASSUOLO-UDINESE 0-0

SASSUOLO – Consigli, Marlon, Ferrari, Lirola, Rogerio, Sensi (40’ s.t. Trotta), Bourabia, Duncan, Babacar (21’ s.t. Matri), Berardi, Di Francesco (21’ s.t. Djuricic). All. De Zerbi. A disposizione: Brignola, Pegolo, Dell’Orco, Lemos, Locatelli, Magnanelli, Magnani, Peluso, Satalino

UDINESE – Musso, Troost-Ekong, Nuytinck, Pezzella, Ter Avest, Fofana, Behrami (7’ s.t. Lasagna), Stryger, Mandragora, De Paul, Pussetto (29’ s.t. Machis). All. Nicola. A disposizione: Scuffet, Pontisso, D’Alessandro, Micin, Nicolas, Opoku, Vizeu

Ammoniti: Ferrari, De Paul, Pezzella, Lirola, Matri
Arbitro: Guida di Torre Annunziata

LA CRONACA – Pari senza reti in trasferta contro il Sassuolo. Per i bianconeri un punto che non dispiace. Nella formazione iniziale, l’unico cambio operato da Davide Nicola nell’undici iniziale è la sostituzione di Samir, infortunato nella partita contro la Roma, con Giuseppe Pezzella. Kevin Lasagna inizia dalla panchina, Pussetto in avanti assieme a De Paul.

Prima frazione di gioco avara di emozioni e tutte concentrate nei minuti centrali. Inizio del match che ci vede proporre gioco anche se la prima, timida, conclusione a rete è ad opera del Sassuolo con Bourabia al 14’ il cui diagonale si spegne sul fondo. Il primo tiro in porta della partita arriva invece al 19’ su azione manovrata neroverde, conclude Duncan ben posizionato in zona centrale, ma è lestissimo Musso ad alzare il pallone in calcio d’angolo. Sul quale, pochi istanti dopo, i padroni di casa passerebbero in vantaggio con Duncan, ma il direttore di gara Guida, dopo aver consultato i suoi assistenti al Var, decide di non convalidare la rete a causa della posizione irregolare del numero 32 neroverde.

Brivido al 27’ nuovamente su corner calciato da Berardi sul cui traversone svetta Marlon di testa, ma la sua deviazione termina fortunatamente sul fondo. De Paul al 36’ lancia Pussetto in contropiede ma la difesa neroverde recupera prima dell’intervento di Stryger. Al 37’ un contrasto fra Bourabia e Behrami costringe i sanitari a entrare in campo per prestare le cure al centrocampista che dopo qualche istante riesce fortunatamente a riprendere la sua posizione sul terreno di gioco.

Ripresa che inizia con gli stessi effettivi da entrambe le parti. Si fa vedere il Sassuolo dopo tre minuti con un affondo di Rogerio sulla sinistra servito da Di Francesco, sul quale Musso non si fa sorprendere e abbranca in presa la sfera. Al 6’ punizione di Berardi dalla destra, palla nel mucchio e Ter Avest allunga in angolo senza indugio. Behrami non ce la fa ed è costretto alla sostituzione: al suo posto Kevin Lasagna. Mister Nicola che in questa fase della partita propone quindi per la prima volta il tridente.

Pregevole combinazione al 12’ fra Pussetto e il neo entrato Lasagna con quest’ultimo a cercare De Paul per la conclusione decisiva, ma la difesa di casa legge bene la situazione e allontana la sfera. Al 15’ Di Francesco prova ad anticipare tutti scattando sulla destra, il suo cross teso in area è preda di Ekong che ben appostato sul primo palo alza provvidenzialmente il pallone in calcio d’angolo.

Una combinazione fra Berardi e Lirola è deviata in angolo da Nuytinck, sul cui calcio dalla bandierina è nuovamente Lirola a rendersi pericoloso, Musso però intercetta in tuffo. Scampato il pericolo i bianconeri si riportano in avanti con un’ottima incursione di Pezzella il cui cross in area è anticipato dalla difesa neroverde su Lasagna. Due minuti dopo traversone di De Paul per Pussetto, la cui deviazione di testa si spegne di poco a lato.

Combinazione Matri – Duncan – Berardi al 27’ dentro l’area bianconera con quest’ultimo che conclude a rete, il pallone però è facile preda di Musso. Secondo cambio nelle fila bianconere intorno alla mezz’ora: esce Pussetto ed entra al suo posto Machis. Al 35’ Duncan recupera palla a metà campo e serve Matri il cui diagonale è preda dell’estremo difensore udinese.

Ospiti vicinissimi al vantaggio al 38’ con Mandragora che calcia da almeno 25 metri. Consigli però riesce a deviare la conclusione del nostro numero 38 in calcio d’angolo. Il Sassuolo insiste e nei minuti finali colleziona una serie di pericolosi calci d’angolo sui quali risultano decisivi gli interventi dapprima di Nuytinck e poi per ben due volte di Musso.