Coppa Italia – L’Udinese vince 3-1 con l’Ascoli

UDINESE – ASCOLI: 3-1 (11’ Pereyra, 53’ Molina, 55’ Pereyra, 92’ D’Orazio) 

Udinese (3-5-2): Silvestri; Stryger Larsen (59’ De Maio), Nuytinck, Samir; Molina, Pereyra (59’ Arslan), Walace, Makengo (77’ Forestieri), Udogie; Pussetto (68’ Deulofeu), Cristo Gonzalez (68’ Okaka). A disposizione: Scuffet, Piana, Zeegelaar, Jajalo, Palumbo, Samardzic, Becao. All. Gotti 

Ascoli (4-3-1-2): Leali; Salvi (60’ Baschirotto), Avlonitis, Botteghin, D’Orazio; Collocolo (70’ Quaranta), Buchel (60’ Saric), Eramo (86’ Castorani); Fabbrini; Bidaoui, Dionisi. A disposizione: Guarna, Raffaelli, Tavcar, Franzolini, D’Agostino, Lico, Ventola. All. Sottil 

Arbitro: Gariglio di Pinerolo

Ammoniti: Stryger Larsen, Avlonitis, Baschirotto, Dionisi

LA CRONACA – È finita 3-1 la sfida della Dacia Arena tra Udinese e Ascoli, valida per il primo turno di Coppa Italia. L’Udinese si presenta alla prima sfida ufficiale della nuova stagione con l’ormai tradizionale 3-5-2 ma con una nuova coppia offensiva formata da Pussetto e Cristo Gonzalez. In mezzo al campo c’è Udogie dal primo minuto, mentre tra i pali c’è l’esordio anche per Silvestri. Dall’altra parte Sottil punta sul tandem offensivo Bidaoui-Dionisi, supportati dall’ex Fabbrini alle loro spalle. Al 3’ ci prova subito Larsen con un destro dalla distanza ma il suo destro non è sufficientemente angolato, diventando così facile preda del portiere avversario. All’11’ l’Udinese trova il gol del vantaggio con Pereyra. Il numero 37 bianconero è il più veloce ad avventarsi sul pallone dopo l’errore di Leali nella respinta corta sulla conclusione di Pussetto e può appoggiare comodamente il pallone in rete per il gol dell’1-0. Al 25’ i friulani hanno un’altra grande occasione con Udogie. L’esterno bianconero centra in pieno il palo con una pregevole girata di sinistro dal cuore dell’area di rigore, la conclusione non avrebbe lasciato scampo al numero uno ospite ma i legni graziano i marchigiani. Al 32’ ci prova ancora Pussetto con un complicato colpo di tacco al volo sul traversone dalla bandierina, il pallone termina alto sopra la traversa e l’occasione sfuma. Al 45’ Dionisi tenta di impegnare Silvestri con un sinistro dal limite ma la conclusione debole e centrale è facilmente neutralizzata dall’estremo difensore bianconero.

Nella ripresa al 47’ l’Ascoli ha una clamorosa occasione con Bidaoui che dal limite dell’area di porta tenta la girata sul primo palo, la conclusione è precisa ma un miracoloso intervento di piede di Silvestri nega agli ospiti il gol del pareggio. Al 53’ l’Udinese trova il gol del raddoppio con Molina. L’esterno bianconero batte Leali con un potentissimo destro scagliato da posizione defilata sul preciso assist di Pereyra dal limite, il pallone colpisce l’interno del palo più vicino e si infila in rete per il 2-0. Al 55’ arriva anche il terzo gol dei friulani, ancora ad opera di Pereyra. L’argentino supera il numero uno ospite con un potente sinistro da poco dentro l’area di rigore al culmine di una pregevole azione personale, spedendo il pallone contro la traversa e poi in rete per mettere così a segno la doppietta personale. Al minuto numero 80’ c’è spazio anche per Samir che ci prova con un colpo di testa dal cuore dell’area di rigore, la conclusione manca però di potenza e precisione e diventa facile preda di Leali. Al 92’ l’Ascoli mette a segno il gol della bandiera con D’Orazio che supera Silvestri con un tocco sotto da posizione defilata, vanificandone l’uscita. Vittoria netta e prestazione convincente alla prima uscita ufficiale per gli uomini di Mister Gotti, il cui prossimo impegno è ora in programma per le 18.30 di domenica alla Dacia Arena contro la Juventus. (Fonte Udinese.it)